lunedì 4 maggio 2015

Festival del verde e del paesaggio 16-17 maggio a Roma

Giunto alla V edizione il Festival del Verde e del Paesaggio conferma la sua capacità di parlare di paesaggio e giardini in modo sorprendente e spettacolare. Tra le novità di quest’anno Méxicobarragántaco, la Follia d’Autore che Elias Torres e José Antonio Martínez Lapeña dedicano al grande architetto messicano Luis Barragán, i Terrazzi prêt-à-porter di Carlo Contesso e i Tavoli d’Italia, opera inedita di Ciriaco Campus.
Gli allestimenti verdi dei concorsi “Balconi per Roma” e “Avventure creative” guideranno come sempre il pubblico lungo il percorso espositivo disegnato sul Parco pensile con i migliori vivai italiani, le più importanti aziende di design e arredamento da esterni, artigianato d’eccellenza, musica e arte contemporanea.
Per soddisfare il piacere del giardinaggio si potranno acquistare alberi da frutto, piante acquatiche, rampicanti, cactus, rose … un'infinita varietà per terrazzi, balconi e giardini. Oggetti, arredamento, antiquariato, soluzioni all’avanguardia e proposte creative per progettare, vivere e trasformare grandi e piccoli spazi esterni.
Giochi a tema per bambini, corsi di giardinaggio e di green cooking, orticoltura e garden design, gratuiti per tutti i visitatori, completano il programma dell’evento.

giovedì 30 aprile 2015

Fiorisce la Primavera, Castello Quistini a Rovato riapre al pubblico

Riapriranno al pubblico Venerdì 1 Maggio e rimarranno visibili fino a fine Giugno tutte le Domeniche e festivi i giardini e le sale di Castello Quistini, storica dimora franciacortina famosa per i suoi giardini di rose.

Con l’arrivo della Primavera e della bella stagione rinasce in tutti la voglia di organizzare gite all’aria aperta. Ville, castelli, parchi e giardini si confermano sempre tra le mete ideali per gli amanti delle gite fuori porta e Castello Quistini, dimora storica del 1500 con giardino botanico in provincia di Brescia, è senz’altro una piacevole meta per tutti, grazie al perfetto mix di storia, natura, architettura e botanica. Castello Quistini si trova a Rovato, a pochi chilometri da Brescia e da Bergamo, tra le terre del vino della Franciacorta.
Una decina di anni fa, grazie alle idee e all’impegno della famiglia proprietaria, all’interno delle mura del palazzo furono progettati una serie giardini con collezioni di rose antiche e inglesi pronte a fiorire a partire da Maggio, speciali varietà di ortensie e peonie, frutti antichi e piccoli orti con collezioni di piante officinali.

Aperto tutte le Domeniche e festivi a partire dal 1 Maggio, con il biglietto di ingresso si avrà accesso al tour intitolato “Tra rose, storia e leggenda” (visita guidata ore 11,00 e ore 16,00) che vuole essere un percorso storico tra i giardini della dimora: fiori, piante, giardini e collezioni botaniche vi accompagneranno tra i giardini per una passeggiata. In attesa delle spettacolari fioriture di Maggio si potranno ammirare le prime fioriture stagionali delViburnum Opulus e Carlcephalum, Clematis Armandii, dei tulipani e delle diverse varietà di alberi da frutto.
Con il biglietto di ingresso verrà consegnata una mappa dei palazzo con le descrizioni delle sale e dei giardini. Per chi preferisce la classica visita guidata alle ore 11,00 e alle ore 16,00 di ogni Domenica e festivo verrà organizzata una visita guidata intitolata “tra rose, storia e leggenda” per spiegare e illustrare gli aspetti e le caratteristiche riguardanti il palazzo e i giardini. Il tour tra i giardini è arricchito da alcuni oggetti misteriosi nascosti in natura: figure d’animali realizzati con materiali riciclati affiorano dall’acqua del laghetto o tra i cespugli di rose e vi accompagneranno in questo magico itinerario.
Castello Quistini è aperto tutte le Domeniche e festivi a partire dal 6 Aprile dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00. Visita guidata alle ore 16,00. Per informazioni potete consultare il sito internet www.castelloquistini.com , telefonare al 320 8519 177 oppure diventare fan della pagina facebook a questo indirizzo: www.facebook.com/castelloquistini.

giovedì 23 aprile 2015

Prima edizione del festival dei tulipani ad Amsterdam

Gli hotel Waldorf Astoria, Amstel, Hilton, Conservatorium e Wyndham Apollo partecipano in aprile alla prima edizione del Tulip Festival di Amsterdam. Con altri partecipanti quali il Rijksmuseum e l’Eye Film Institute, gli hotel si prenderanno cura di oltre 500.000 tulipani in fiore nella capitale olandese.

Dal 1 aprile, più di cinquecentomila tulipani in fiore colorano il centro di Amsterdam grazie alla prima edizione del Tulip Festival. Obiettivo di questo evento, è riportare il tulipano ad essere di nuovo il protagonista per le strade della capitale olandese.

“Amsterdam è conosciuta anche come la città dei tulipani, ma spesso sento dire che purtroppo questi splendidi fiori non si vedono affatto. Ecco perché ho deciso di organizzare il Tulip Festival,” racconta la promotrice dell’iniziativa, Saskia Albrecht.

In quanto architetto paesaggista, il desiderio della Albrecht è quello di poter finalmente piantare un tulipano per ogni abitante della città, proprio come accade in occasione del festival del tulipano a Istanbul.

I quartieri di Amsterdam Noord, Zuid e Centrum saranno parte attiva del festival, così come quasi tutti i musei. I bulbi sono stati piantati in autunno, per un totale di ben 539.281 tulipani. “Non si sa mai con precisione quando i bulbi sbocceranno, per questo il festival durerà tutto il mese. Abbiamo inoltre 100.000 tulipani in vaso” ha aggiunto Albrecht.

fonte:holland.com

mercoledì 22 aprile 2015

Dal Parco al Castello 9 e 10 maggio 2015

Il 9 e 10 maggio 2015 arriva al Castello Malingri la seconda edizione dell’evento “Dal parco al Castello” dedicato alla natura, alle famiglie, all’enogastronomia, alla didattica e agli intrattenimenti per i bambini con una connotazione tematica BIO &VEGANA. Un percorso tra idee e proposte dall’alimentazione all’educazione, dalla botanica ai giochi. Una grande esposizione per le famiglie, arricchita da attività ludiche e laboratori per tutte le età, perché non si finisce mai d’imparare, di crescere…e di giocare!

Il Complesso Feudale sarà suddiviso in aree tematiche, vi saranno aree dedicate all’esposizione e vendita di prodotti enogastronomici, un’area dedicata ai piccoli artigiani, alle spezie, alle piante ed ai fiori ed alle attività sportive. L’evento darà modo di ammirare gli spettacolari scenari naturali e storici del Feudo Malingri, assaporando i primi caldi primaverili, passeggiando tra stand enogastronomici e micro eventi. La manifestazione si rivolge ad un vasto pubblico, e si propone di coinvolgere le più importanti istituzioni e associazioni territoriali, coinvolgendole in prima persona. I bambini delle scuole avranno modo di partecipare ai laboratori didattici presenti, passando due giornate immersi nella natura . Le aree dedicate all’intrattenimento dei bambini rendono l’evento una divertente occasione di trascorrere il week-end fuori città per tutta la famiglia.


PROGRAMMA
Sabato 9 Maggio

10.00: Apertura giardini botanici del Palazzo e Castello Malingri

_ Battesimo della Sella con i Cavalli e passeggiate (Maneggio Andalusia)
_ Percorsi natura in Mountain bike (Mauro Reinaudo )
_ Orientamento e sopravvivenza nel Bosco (Team Adventure)

10.00: Yoga a Castello a cura della associazione Satatam Yoga, lo yoga sempre.
asana, pranayama e meditazione - all’interno del Castello

10.00: Prove gratuite delle attivita’ singole (REIKI e reflessologia plantare antistress) previa prenotazione - all’interno del Castello

10.00: Trattamenti Shiatsu a cura di Debora Galbiati Ventrella

10.30: sessione di gruppo di riequilibrio con campane tibetane a cura di Sankalpamente - all’interno del castello

10.30: Laboratorio Biscotti: Tutti i bambini saranno guidati nella preparazione di gustosi biscotti dalla farina all’infornata nel grande forno del Castello Malingri
a cura della Panetteria Piera e Adriano - nel cortile del castello

14.00: Prove gratuite delle attivita’ singole (REIKI e reflessologia plantare antistress) previa prenotazione - all’interno del Castello


15.00 /17.00: " LETTURA ANIMATA "DILETTA E LA LUNA" con Associazione La scimmia Blu
per bambine e bambini dai 6 ai 9 anni, con un accompagnatore MAX 20 BAMBINI, prenotazione consigliata – nel parco

15.30/17.30: “MUSICA MOVIMENTO EMOZIONE “INCONTRO ESPERIENZIALE con la BIODANZA
La Biodanza è adatta a uomini e donne di tutte le età e non è necessario saper danzare !!! (sala del Castello )
Conduce ROSANNA VOGLINO
Voce e percussioni Fabrizio Melis
La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione


16.00: CONVEGNI – SEMINARI - all’interno del Castello


16.30: sessione di gruppo di riequilibrio con campane tibetane a cura di Sankalpa Mente - Primo piano del Castello

17.30: Seminario “ Il potere del Perdono “ a cura di Giuliana Ferroglia sala piano terra del Castello

17.00: Yoga al Castello , a cura della associazione Satatam Yoga, lo yoga sempre.
asana, pranayama e meditazione - al Castello

18.00: "PASSEGGIATA LETTERARIA E MEDITATIVA", un cammino fatto di sensazioni, poesia, e parole sulla Natura. Uno sguardo e un ascolto nuovi verso il mondo che ci circonda e ha bisogno della nostra attenzione e del nostro rispetto. Per adulti e ragazzi.
MAX 20 persone, prenotazione consigliata – nel parco





Domenica 10 Maggio


10.00: Apertura giardini botanici del Palazzo e Castello Malingri

_ Battesimo della Sella con i Cavalli e passeggiate (Maneggio Andalusia)
_ Percorsi natura in Mountain bike (Mauro Reinaudo)
_ Orientamento e sopravvivenza nel Bosco, percorso avventura (Team Adventure)

10.00: Yoga al Castello, a cura della associazione Satatam Yoga, lo yoga sempre.
asana, pranayama e meditazione nei boschi del castello.

10.00: Prove gratuite delle attivita’ singole (REIKI e reflessologia plantare antistress) previa prenotazione - all’interno del Castello

10.00: Trattamenti Shiatsu a cura di Debora Galbiati Ventrella

10,30: sessione di gruppo di riequilibrio con campane tibetane a cura di Sankalpa - all’interno del castello

10.00/12.00: attività motoria per i bambini della scuola elementare e materna KINESIOLOGIA EDUCATIVA a cura della Dott.ssa Simona Canta Psicologa e Education Kinesiology

10.30: Laboratorio Biscotti: Tutti i bambini saranno guidati nella preparazione di gustosi biscotti dalla farina all’infornata nel grande forno del Castello Malingri
(a cura della Panetteria Piera e Adriano)

10.45: Seminario
Verso l’Intelligenza Emotiva a cura di Maurizio Garutti
Una via per conoscere il rapporto fra Emozioni e Salute




11.00: Antiginnastica a cura di Marina Fiorina

11.00: “MUSICA MOVIMENTO EMOZIONE “INCONTRO ESPERIENZIALE con la BIODANZA .
La Biodanza è adatta a uomini e donne di tutte le età e non è necessario saper danzare!!! (nel parco )
Conduce ROSANNA VOGLINO
Voce e percussioni Fabrizio Melis
La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione

13.00: Antiginnastica a cura di Marina Fiorina

14.00: Piccola dimostrazione di cucina con spiegazione degli ingredienti e della filosofia vegana a cura del Ristorante la Mezzaluna di Torino .

14.00/18.00: Riequilibri posturali e Kinesiologici per soggetti che manifestano situazioni problematiche lombari e cervicali con l’utilizzo di test muscolari e osservativi a cura della Dott.ssa Simona Canta Psicologa e Education Kinesiology

15.00: Laboratori musicali, avvicinamento agli strumenti musicali a cura dell’associazione Musica è ….. – in castello

15.00: Antiginnastica a cura di Marina Fiorina

16.00/18.00: GIROTONDI DANZATI E LABORATORIO ARTISTICO SUI FIORI
"IL MAGICO CERCHIO DELLA NATURA", danze degli Alberi e dei Fiori, movimento e disegno creativo per bambini dai 6 ai 9 anni con un accompagnatore. A cura dell’ Associazione La Scimmia Blu. – nel parco

16.30: sessione di gruppo di riequilibrio con campane tibetane a cura di Sankalpa Mente - Primo piano del Castello

18.00: Antiginnastica a cura di Marina Fiorina

18.00: Seminario “ Il potere del Perdono “ a cura di Giuliana Ferroglia sala piano terra del Castello

17.00: Yoga al castello , a cura della associazione Satatam Yoga, lo yoga sempre.
asana, pranayama e meditazione - all’interno del castello.




Gli orari : dalle ore 10,00 alle 19,00

Giorni : 09 / 10 maggio 2015

Ingresso adulti 6 € / bambini 3 €

Per 
servizi di comunicazione +39 347 0323486

reception@castellodibagnolo.it

www.dalparcoalcastello.it



















venerdì 6 marzo 2015

Camelie a Locarno 25-29 marzo 2015

Camelie Locarno – 25-29 marzo 2015
Camelie Locarno al Castello Visconteo, nel cuore della città vecchia di Locarno - Confermato l’evento dal 25 al 29 marzo. L’inverno troppo mite aveva messo in dubbio lo svolgimento della rassegna



Camelie, mimose, magnolie, rododendri, azalee… Da nessuna parte in Svizzera la primavera è più fiorita che a Locarno. E da nessuna parte è anche più precoce, perché le prime fioriture si hanno già a partire da fine febbraio, (quest’anno, causa dell’inverno mite, da fine dicembre) quando altrove la natura è ancora immersa nei rigori dell’inverno.

Fra i fiori che per primi anticipano la bella stagione in riva al Lago Maggiore, la camelia è davvero la regina. Coltivata da oltre 150 anni, è presente in ogni giardino e in centinaia di varietà.

Locarno ospita, non a caso, uno dei più ricchi parchi di camelie a livello internazionale e anche una delle più importanti esposizioni europee dedicata a questo fiore.

Esposizione che torna puntualmente dal 25 al 29 marzo nonostante le bizze della meteo. L’inverno troppo mite aveva portato a una fioritura di alcune varietà già a inizio gennaio. La manifestazione è stata però confermata. Gli organizzatori ritengono infatti di poter contare su un numero di fiori e di varietà tale da garantire un evento di qualità. Il comitato ha però deciso di soprassedere alla costruzione della grande tensostruttura al Parco delle Camelie e di spostare l’esposizione nel quadro più intimo e contenuto di Casorella e del cortile del Castello visconteo di Locarno, due sedi che si trovano nel cuore della città vecchia e che già in passato avevano ospitato la rassegna.
Organizzata dalla Società Svizzera della Camelia in collaborazione con l’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli e la Città di Locarno, “Camelie Locarno” conosce di anno in anno un grande successo.

L’evento attira appassionati da tutta Europa (molti anche dall’Italia) e si distingue da manifestazioni affini per l’ampia varietà di piante e fiori che vi si possono ammirare, l’estrema cura posta negli allestimenti, la profusione degli addobbi floreali.

Fulcro della manifestazione è la mostra scientifica, allestita con grande gusto scenografico, che quest’anno presenterà circa 200 - 250 varietà di camelie recise, suddivise in diverse specie (japonica, reticulata, ecc), ibridi e cultivar provenienti da vari parchi e giardini privati della regione.
Oltre all’esposizione, il visitatore troverà vari stand (da segnalare quello del Dottor Camelia, a disposizione per consulenze botaniche) e uno spazio vendita di piante.
Le suggestive sale di Casorella ospiteranno anche la mostra “Cuore di camelie”, con le splendide tele di grandi dimensioni realizzate da Isabel Pacini, pittrice di origine belga ma lucchese di adozione.
Fra gli eventi collaterali, da segnalare il tradizionale Concerto delle camelie, che come sempre avrà luogo nel salone della Sopracenerina in Piazza Grande a Locarno. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo alle 20.30, con Ensemble Accordone (ossia Marco Beasley, voce e Guido Morini, clavicembalo) che presenterà “Storie di Napoli”, un intrigante programma dedicato alla canzone a Napoli, dal 1500 fino ai giorni nostri.
Il Parco delle Camelie

Ad entrata gratuita, sarà regolarmente aperto ai visitatori - e raggiungibile con un servizio di navetta gratuito - anche il meraviglioso Parco delle camelie di Locarno. Inaugurato in occasione del Congresso mondiale della camelia tenutosi a Locarno nel 2005, ampliato a tappe ed insignito nel 2010 del prestigioso marchio “Garden of Excellence” conferito dall’International Camellia Society, il Parco ospita su una superficie di oltre 10’000 metri quadrati poco meno di mille diverse varietà di camelie. Due laghetti con giochi d’acqua e un romantico padiglione contano fra le principali realizzazioni di questo meraviglioso e incantato angolo di Locarno, ubicato in riva al lago, nei pressi della Lanca degli Stornazzi.

Il Parco delle camelie è entrato nel gremio dei Gardens of Switzerland nel 2014.

TUTTA UNA REGIONE IN FIORE

Locarno Camelie vale il viaggio anche per le attrazioni che offre l’intera regione. Poiché dai territori asiatici d’origine, le camelie si sono diffuse in tutto il mondo inizialmente proprio grazie all’utilizzo delle foglie della Camellia sinensis per la preparazione del tè, una tappa imperdibile della visita a Locarno è il Parco del tè presso il Monte Verità di Ascona, unica piantagione di tè verde in Svizzera, con annesso laboratorio di produzione.

Nel raggio di pochi chilometri si possono inoltre trovare altre importanti attrazioni, tra cui il meraviglioso Parco botanico del Gambarogno – dedicato in particolare ai numerosissimi e splendidi esemplari di camelie e magnolie – la cui preziosa offerta paesaggistica, botanica e culturale è di rilievo mondiale.

Non si può non citare il Parco botanico delle Isole di Brissago, centro d’interesse scientifico e turistico, soprattutto per la vegetazione di origine subtropicale coltivata. Il giardino delle Isole di Brissago ricorda i petali che gli asiatici posano sull’acqua a scopi estetici e fluttua sulle acque del Lago Maggiore trasportando miriadi di piante esotiche.



BIGLIETTI, RAILAWAY E ALTRE OFFERTE PROMOZIONALI

L’entrata costa 8 franchi, pensionati 6 franchi. Sconto del 20% per gruppi di almeno 10 persone. Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino a 16 anni.

In occasione di Locarno Camelie, Railaway offre condizioni particolarmente vantaggiose con riduzioni del 20% sul prezzo di entrata all’evento e sul costo del biglietto del treno.

Offerta Locarno Camelie + Isole di Brissago: per soli 30 franchi (prezzo da confermare), entrata alla manifestazione, gita in battello sul lago Maggiore e visita alle Isole di Brissago!

Altri sconti sono offerti sul biglietto della funicolare Locarno-Madonna del Sasso-Orselina (30%), sul biglietto della funivia Orselina – Cardada e della seggiovia Cardada Cimetta (30%). Il “Lido Locarno” offre uno sconto di 3 franchi per gli adulti e 2 franchi per i ragazzi.



ALTRE INFORMAZIONI PRATICHE

Dove e quando

Locarno Camelie si tiene nel Castello Visconte e in Casorella, nel cuore della città vecchia – da mercoledì 25 a domenica 29 marzo 2015. La mostra rimarrà aperta nei seguenti orari: mercoledì – domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00.

Il Castello Visconte ed il Parco delle Camelie sono raggiungibili con servizio autobus FART gratuito – Fermata del bus di fronte alla stazione delle Ferrovie Federali, davanti alla biglietteria FART .

Nel pressi del Castello c’è l’ autosilo “Castello” oppure in via alla Morettina (a 5 minuti a piedi) vi è ampia possibilità di parcheggio.

Al Parco delle Camelie in via Respini, vi sono ampie possibilità di parcheggio.

Info turistiche

Per maggiori informazioni sull’evento e sulla regione, contattare l’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli all’indirizzo info@ascona-locarno.com, al numero di telefono 0041 848 091 091 oppure visitare il sito web www.ascona-locarno.com e i relativi social network (Facebook: Ascona-Locarno Turismo / Twitter: @asconalocarno).



Informazioni per i giornalisti italiani:

Press&Press - Mario Priolo: 349/5110851

giovedì 5 marzo 2015

Caccia al tesoro botanico con Grandi Giardini italiani 6 aprile 2015


Una caccia al tesoro all'interno dei giardini in tutta Italia nella giornata del 6 aprile 2015 festività di "Pasquetta". Di seguito vi indichiamo i giardini che hanno aderito all'iniziativa di Grandi giardini italiani:

Lombardia
Giardino Botanico Heller (Gardone Riviera, BS)
Il Vittoriale degli Italiani (Gardone Riviera, BS)
Parco di Villa Carcano (Anzano del Parco, CO)
Villa Erba (Cernobbio, CO)
Giardini di Villa Melzi d'Eril (CO)
Giardini di Villa Monastero (Varenna, LC)
Oasi di Galbusera Bianca (Rovagnate, LC)
Villa Besana (Sirtori, LC)
Rocca di Lonato del Garda (Lonato del Garda, BS)
Il Mosnel (Camignone di Passirano, BS)

A Isola del Garda (S. Felice del Benaco – BS) la Caccia al Tesoro Botanico si terrà il 25 aprile


Liguria
Villa Serra (Sant'Olcese, GE)



Veneto
Parco del Castello di Roncade (Roncade, TV)
Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (Vescovana, PD)


Piemonte
Palazzo Malingri di Bagnolo (Bagnolo Piemonte, CN)
Villa Ottolenghi (Acqui Terme, AL)
Castello di Miradolo (S. Secondo di Pinerolo, TO)
Oasi Zegna (Trivero, BI)


Emilia Romagna
Castello di Grazzano Visconti (Grazzano Visconti, PC)


Toscana
Campastrello, Campus Botanico (Castagneto Carducci, LI)
Parco della Villa Reale di Marlia (Marlia, LU)

Lazio
Roseto Vacunae Rosae (Roccantica, RI)
Castello Ruspoli (Vignanello, VT)
Centro Botanico Moutan (Vitorchiano, VT)


Sicilia
Orto Botanico di Catania (Catania)

mercoledì 11 febbraio 2015

Eventi floreali: franciacorta in fiore 2015

Franciacorta in Fiore 2015: il viaggio continua
Tra fiori e vigne per scoprire le eccellenze che offre la Franciacorta


Dal 15 al 17 maggio 2015 sotto i riflettori saranno nuovamente la qualità del mondo della floricoltura combinata con lo splendido paesaggio franciacortino che fa da sfondo alla manifestazione, forte della consolidata direzione artistica costituitasi nella scorsa edizione, che affianca la Pro Loco Comunale di Cazzago S. Martino.

La volontà della manifestazione di divulgare eccellenza ha permesso all’organizzazione di ottenere per la XVII^ edizione anche l’importante patrocinio di EXPO 2015, che ha riconosciuto in questo evento gli scopi che sottintendono all’imminente Esposizione Universale, ovvero progettare e realizzare iniziative di promozione e valorizzazione del sistema sociale e culturale del territorio.
Un appuntamento che unisce lo spettacolo della natura alla maestosità delle ville che la punteggiano, scenario perfetto per ospitare le migliaia di visitatori che ogni anno si addentrano curiosi per riscoprire i luoghi senza tempo del territorio della Franciacorta. Anche quest’anno saranno le dimore storiche di Bornato, frazione del comune di Cazzago San Martino della provincia di Brescia, che apriranno le loro porte: Cascina Orlando, Castello Orlando, Antica Volta di Ambrosini Battista, La Rocca, il prato e Palazzo Secco d’Aragona, Villa Fanti a Bornato e il Frutteto Dalola. Da quest’anno, ad arricchire il prestigio della manifestazione, apriranno i cortili alla rassegna anche Cantina Biondelli e Cascina Ambrosini.
Fulcro della manifestazione rimane la continua ricerca di novità nell’ambito della cultura del verde, un viaggio educativo alla scoperta delle molteplici varietà di piante rare ed esemplari di fiori, tutti presenti grazie alla copiosa partecipazione di espositori che accorrono entusiasti da tutta Italia, nonché dai convegni, seminari e workshop tecnico-creativi che animano i 3 giorni dell’evento.

Allestimenti curati ed attenzione al dettaglio sono i princìpi chiave di questa importante manifestazione che ogni anno cerca nuovi spunti e nuove collaborazioni per far risaltare la sua terra e i suoi tesori tutti da scoprire, a coronare un evento che si conferma in ogni edizione come uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti del verde.

Anche quest’anno non mancherà il Festival dei giardini di Franciacorta – dal titolo “Sogno o son desto?” – concorso di progettazione e realizzazione di giardini temporanei dedicato a professionisti del settore che potranno dare libero sfogo alla loro fantasia, mettendo in campo le loro abilità per dare vita ad innovativi approcci col mondo del verde. Un rendez-vous questo ormai atteso con entusiasmo dagli appassionati del settore e non, che si addentrano in spazi verdi nuovi e particolari, scoprendo veri e propri angoli da sogno.
Questa fiera di fiori e piante rare e classiche è giunta con orgoglio al suo quinto trionfo, dal 2010 infatti riceve la Medaglia del Quirinale, oltre a godere del Patrocino della Commissione europea, di alcuni Ministeri, della Regione Lombardia, dell’ERSAF regionale, della CCIAA di Brescia, di Mille Miglia, del Sistema Brescia per EXPO 2015, della Delegazione FAI Brescia e dell’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia).


Per maggiori info: Pro Loco Comune di Cazzago San Martino
Tel. 030 77 50 750 (Interno 8) – cell. 339 35 98 519
E-mail: segreteria@franciacortainfiore.it
Web: www.franciacortainfiore.it Facebook www.facebook.com/franciacortainfiore

mercoledì 8 ottobre 2014

Fiori senza forntiere - Ikebana a Milano

Esposizione d’Arte Floreale

Fiori senza frontiere

alla Società Umanitaria, Chiostro dei Glicini

Un viaggio accompagnato dai fiori, senza confini geografici e culturali:

questo è il tema della mostra “Fiori senza frontiere”.


Nella splendida cornice del Chiostro dell’Umanitaria, con fiori provenienti da tutto il mondo sono esposte composizioni di decorazione floreale e ikebana.



Venerdì 10 e sabato 11 ottobre 2014

Società Umanitaria, Chiostro dei Glicini – Via San Barnaba 48 – Milano

Ingresso gratuito - Orari: 10-19



All’ingresso del Chiostro dei Glicini si è accolti da una installazione d’impatto che, utilizzando elementi di bambù e fiori, crea un contrasto di linee con l’architettura del porticato e introduce i visitatori alla sezione della mostra dedicata alla decorazione floreale occidentale.

In questa zona sono presentate varie composizioni tra cui la ricostruzione di una tavola in stile d’epoca, decorata come in uso a quei tempi, che si affianca a composizioni classiche e tradizionali per la decorazione della casa. Ma non mancano interpretazioni moderne, nelle quali la creatività trova libero sfogo e dove i volumi, le linee e la scelta dei colori proposti sono frutto di un’attenta ricerca stilistica e possono fornire spunti interessanti e un nuovo approccio per la decorazione degli ambienti contemporanei.



Proseguendo il percorso della mostra ci si avvicina alla sezione orientale che presenta composizioni ikebana, antica arte giapponese scaturita dall’offerta dei fiori a Buddha. Un grande paesaggio porta il visitatore a trovarsi immerso nell’atmosfera di un boschetto in montagna e, grazie alla capacità di sintesi espressa dall’ikebana dove pochi elementi assumono una grande potenza simbolica ed evocativa, si comincia un viaggio alla scoperta delle composizioni tradizionali e della loro storia.

Accompagnano gli ikebana alcuni splendidi esempi dell’arte del Nuido, il ricamo tradizionale in seta, oltre a vasi particolari, realizzati con l’antica tecnica di cottura giapponese raku, che consiste nell’estrarre l’oggetto dal forno ancora incandescente.



La mostra è realizzata dai Maestri e dagli allievi del Chapter Milano della scuola giapponese di Ikebana Ohara di Tokyo e della SIAF, Scuola Italiana di Arte Floreale “Camilla Malvasia”. Una visita fa capire come sia facile e alla portata di tutti avvicinarsi alle arti floreali per esprimere la propria creatività, entrare in rapporto con la natura e coltivare un hobby rasserenante e intimo, che consente di creare da subito composizioni da inserire nelle nostre case come elementi decorativi raffinati e moderni.


La COMPOSIZIONE FLOREALE ha regole codificate da Constance Spry nell’Inghilterra del XX secolo che sono ancora oggi seguite ed insegnate. Agli stili classici o tradizionali seguono gli stili moderni che rispecchiano il modo di vivere del nostro tempo, e gli stili d’epoca ispirati alle rappresentazioni artistiche dei fiori nei secoli. Chiunque ami i fiori sarà accompagnato ad apprendere come creare delle vere opere d’arte, espressione della propria creatività e personalità.

Per saperne di più: www.decorazioneflorealemilano.blogspot.it





L’IKEBANA è un’antica arte tradizionale giapponese. Nasce dall’osservazione della natura e dell’alternarsi delle stagioni, è una fusione di estetismo e poesia, favorisce un percorso di ricerca verso l’equilibrio e l’armonia. Le composizioni di ikebana, realizzate con fiori freschi e materiale spontaneo, valorizzano l’asimmetria, l’essenzialità e lo spazio pieno e vuoto; pur basate su regole precise e codificate da secoli, sono espressione della sensibilità individuale.

Per saperne di più: www.ikebanamilano.blogspot.it





Chi siamo: il Garden Club Milano è un’associazione didattico-culturale senza fini di lucro. Fondato nel 1985, unisce persone che hanno in comune l’amore per la natura e i fiori.

Ha come scopo la diffusione della cultura botanica, delle arti floreali e del giardinaggio mediante corsi annuali e corsi brevi, lezioni a tema, conferenze, seminari e mostre.





Sede del Chapter Ohara Milano, rappresentante ufficiale della scuola giapponese di Ikebana Ohara, è abilitato a rilasciare certificati e diplomi originali di tutti i livelli.





Sede della SIAF, Scuola Italiana di Arte Floreale “Camilla Malvasia” rilascia certificati annuali e, a seguito di esami, diplomi di Esperto o di Insegnante.



Il Garden Club di Milano è socio U.G.A.I. Unione Garden Club e Attività similari d’Italia, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio quale associazione di protezione ambientale.

Il Garden Club di Milano ha sede in via Moncucco 26/2 a 300 metri dalla Metropolitana Linea 2 (verde) fermata Famagosta, uscita Moncucco.



Per info: Kroma comunicazione 02 76113130
giovanna.demichelis@kromacomunicazione.it roberta.santagostino@kromacomunicazione.it

venerdì 22 agosto 2014

Tra pomi e fiori - 30 e 31 agosto 2014 a Calvi nell'Umbria

A Calvi dell’Umbria (TR) nei giorni 30 Agosto e 31 Agosto 2014, XIV mostra-mercato di florovivaismo “Tra pomi e fiori ”. L’evento, il primo del genere svoltosi in Umbria,avra’luogo nel centro storico che nei due giorni della manifestazione sara’animato dalla presenza di vivaisti selezionati,provenienti da diverse regioni italiane che metteranno a disposizione dei visitatori le loro produzioni e la loro esperienza ,tali da soddisfare un po’tutti gli appassionati di giardinaggio e del mondo del verde Sara’a disposizione un'angolo dello scambio,dove quanti lo vorranno potranno barattare con altri appassionati del verde piante e semi Per gli amanti del piccante partecipera' alla manifestazione l'accademia nazionale del peperoncino Non mancheranno le diverse produzioni artigianali, le specialita’enogastronomiche ed uno stand dedicato agli animali da cortile particolari Uno spazio,come per le edizioni precedenti,sara’riservato alla pittura botanica con la partecipazione di artisti noti a livello nazionale Si potranno degustare cibi tipici e menu floreali presso i locali punti di ristoro Previste visite al monastero e al museo Calvi si raggiunge percorrendo l’autostrada A1 con uscita al casello di Magliano Sabina o la S.S Flaminia
ORARIO : 10 – 19,30 BIGLIETTO : 3 € Segreteria Organizzativa 333 6841760 340 8990171 Comune di Calvi dell’Umbria 0744 710119 www.comunecalvidellumbria.tr.it www.piccolemostre.altervista.org

mercoledì 30 aprile 2014

Georgica di Emilia a Guastalla 3 e 4 maggio 2014

II EDIZIONE Guastalla (RE) sabato 3 - domenica 4 maggio 2014
Georgica di Emilia Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi mostra mercato di varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi e sementi mostra mercato di prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati e di prodotti a km zero festival di arte ambientale fiera dei vagabondaggi, dei pellegrinaggi, delle transumanze e delle navigazioni di uomini festa delle “singolarità territoriali” del Po e di altre vie d’acqua
Sabato 3 e domenica 4 maggio 2014 a Guastalla in provincia di Reggio Emilia sulle sponde del Po l’appuntamento è con “Georgica di Emilia. Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi”, mostra mercato di piante da fiore e piante da frutto antichi e rari, sementi, ortaggi, animali. Ma ci saranno anche prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati, laboratori di panificazione con cereali antichi, degustazioni di specialità del territorio come il Parmigiano Reggiano delle vacche rosse, menù che spaziano dalla tradizione della terra a quella del fiume. Il programma è arricchito da incontri, mostre di 100 tipi di uova, lezioni pratiche di vangatura e semina dell’orto, tavole rotonde su “Campagne di città”, laboratori per la realizzazione di intonaci in terra cruda da scavo. Non finisce qui in programma anche concerti, attività per bambini con gli asini, esperienze di navigazione sul fiume Po con la motonave Stradivari, il raduno internazionale dei papillon e dei nodi da collo e l’”Ardita” una singolare manifestazione podistica per la valorizzazione del patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po.
(Ingresso 3 euro Info www.georgiaca.it UIT Informazione e Accoglienza Turistica, strada Gonzaga 37/e, Guastalla (RE), tel. 0522 839763 uit@comune.guastalla.re.it).

Orticolario "Profumo d'Acqua" Milano sabato 3 maggio 2014

ORTICOLARIO “PROFUMO D’ACQUA” Milano, Alzaia Naviglio Grande Sabato 3 maggio 2014
Orticolario approda a Milano per… contagiare bellezza! Sabato 3 maggio, Orticolario sarà ospite della piattaforma galleggiante di Sistema Como 2015 per offrire una contaminazione positiva di emozioni che, intrecciandosi tra loro, portano a una perfetta realizzazione di un giardino. L’evento, dal titolo “Profumo d’acqua”, si svolgerà nel corso dell’intera giornata, dalle 10 alle 22, e accosterà appunto il profumo, che nella natura trova la sua massima espressione e che vive attraverso l’olfatto, senso conduttore di Orticolario 2014, e l'acqua, elemento fondamentale per la vita delle piante ed elemento caratterizzante del nostro territorio. Orticolario proporrà una giornata dedicata all’orto in città, fenomeno socioculturale di grande attualità grazie anche alla spinta data da Michelle Obama: un susseguirsi di laboratori per grandi e piccini sugli hotel per insetti e casette per gli uccellini, sugli orti in città e su come coltivare le erbe aromatiche, ma anche spettacoli di burattini per tutti. E poi dimostrazioni di composizione con fiori, frutta e verdura insieme a Flower Designers, incontri con esperti sugli orti urbani e cocktail con erbe aromatiche insolite... Tutto su una chiatta galleggiante attrezzata e suddivisa in 3 spazi diversi, rinominati per l’occasione Serra Acqua, Giardino, Serra Profumo. “Profumo d’acqua” vuole anche essere un invito a valorizzare le bellezze del Lago di Como, sulle rive del quale si svolgerà la manifestazione di ottobre. Ecco nel dettaglio il programma della giornata. SERRA ACQUA (spazio coperto e climatizzato) 10.00 > 12.00 e 14.00 > 14.30 (durata: 20’/30’ ognuno) Laboratorio per grandi e piccini - Dai 4 anni “Hotel per insetti e casette per gli uccellini”. Alla scoperta del mondo dei nostri piccoli e utilissimi amici. A cura di Gianni Porro, artigiano 14.45 > 17.15 (durata: 15’ ognuno) Spettacoli di burattini per grandi e piccini - Dai 3 anni “Il fegato di Arlecchino”, “Diavoli e Angeli”, “Arlecchino finto morto” Farse tratte da canovacci del ‘600 con protagonisti i personaggi della Commedia dell’Arte. A cura di Teatro dei Burattini, Como Gli spettacoli si alterneranno con Laboratorio per grandi e piccini - Dai 4 anni “Hotel per insetti e casette per gli uccellini”. Alla scoperta del mondo dei nostri piccoli e utilissimi amici. A cura di Gianni Porro, artigiano. Ultimo laboratorio: 17.45 > 18.15 GIARDINO (spazio all’aperto) 10.00 > 12.00 e 14.00 > 17.00 Dimostrazioni di composizione con fiori, frutta e verdura. A cura di Anna Flower Designer, Cassago Magnago (Va) e Giovanni Ratti, Rattiflora, Como 19.00 > 21.30 “Un po’ di Fresco in giardino” Chiudete gli occhi…. Immaginate, sognate…Circondati da fiori profumati ed erbe aromatiche mai viste, seduti su un corso d’acqua con un cocktail fresco tra le mani... Ma dove siete? Caraibi anni ‘20? Giardino botanico? Palazzo reale vittoriano? Sorseggiando un drink miscelato da esperti bartender, con la mente potete essere ovunque! Shakereremo fiori, erbe aromatiche e passione... A cura di Andrea Attanasio Fresco Cocktail Shop, Como Con la partecipazione di Ristorante Tarantola, Appiano Gentile (Co) SERRA PROFUMO (spazio coperto e climatizzato) 10.00 > 12.00 . 14.00 > 15.00 16.45 > 17.45 Laboratorio per grandi e piccini - Dai 4 anni “Orti in città”. Impariamo a conoscere le erbe aromatiche e a coltivarle nel nostro piccolo orto urbano. A cura di Valter Pironi, Agronomo Esperto in Ortoflorovivaismo, e Giovanni Rossoni, Tecnico Agrario e Formatore 15.30 > 16.30 “Empathy Garden: orti/giardini urbani fra musica, tecnologia e ambiente”. Cosa definisce una città come realmente eco-sostenibile? Prima degli standard progettuali, tecnologie e tendenze di mercato è necessario comprendere che la rivoluzione urbana verso uno sviluppo davvero sostenibile passa attraverso un nuovo rapporto con l’ambiente. È solo attraverso lo sviluppo di un forte legame empatico, che possiamo ritrovarci e sentirci in equilibrio con la natura. A cura di Federico Giacomarra, Architetto e titolare del progetto “St Horto Interactive Garden”, esposto al MOMA di New York. "Profumo d'acqua" a cura di Orticolario Sabato 3 maggio, ore 10.00 > 22.00, Alzaia Naviglio Grande, Milano Ingresso libero.

martedì 29 aprile 2014

Brixia Florum 4 maggio a Brescia

Domenica 4 Maggio a Brescia torna lo spettacolo dei fiori Dopo il successo di Aprile Domenica 4 Maggio tornano i fiori in città con Brixia Florum, la mostra mercato della città.
Domenica 4 Maggio a Brescia torneranno i colori e i profumi della Primavera con il secondo appuntamento di Brixia Florum, mostra mercato organizzata da Associazione Florovivaisti Bresciani in collaborazione con il Comune di Brescia. Una quindicina di espositori, coloreranno la via più famosa della città: Corso Zanardelli. Tra le varietà fiorite in mostra non mancheranno piante grasse e cactacee, varietà di lavanda, gerani e piantine da orto, bulbi e piante stagionali, orchidee e molte altre varietà che trasformeranno il centro storico in una colorata serra a cielo aperto. La mostra mercato vedrà la partecipazione di circa quindici espositori selezionati tra produttori e garden della nostra provincia, esperti del verde in grado aiutare a scegliere e far conoscere le migliori piante per ogni contesto. Obiettivo dell’Associazione Florovivaisti Bresciani è infatti consigliare la buona cura delle piante ma soprattutto trasmettere al pubblico ciò che l’associazione rappresenta, ovvero un nutrito gruppo di professionisti dei diversi settori del verde in grado di offrire garanzie di lavori ben eseguiti oltre alle corrette indicazioni riguardo cura e manutenzione del proprio giardino o balcone. Nel corso della giornata non mancheranno incontri sul verde con argomenti relativi alla manutenzione del giardino e alla cultura del verde come l’incontro con Mario Chesini sulle piante che fanno bene alla salute, in grado di migliorare gli ambienti che ci circondano. A seguire Andrea Piva che illustrerà la vita dei tappeti erbosi: soluzioni e consigli utili per la cura e la manutenzione del prato.
“Con oltre 160 aziende associate - afferma Nada Forbici, presidente dell’Associazione Florovivaisti di Brescia e della Regione Lombardia - siamo una delle realtà florovivaistiche più importanti del panorama nazionale. Tra le nostre iniziative di maggiore successo ci sono senz’altro gli eventi, che come nel caso di Brixia Florum e di Fiorinsieme, dopo tante edizioni, sentiamo essere appuntamenti fissi per la città, riuscendo nel duplice intento di valorizzare le piazze cittadine e trasmettere una cultura del verde e del giardino.” Appuntamento quindi per Domenica 4 Maggio in Corso Zanardelli, orario dalle 10,00 alle 19,00. Per informazioni potete contattare l’Associazione Florovivaisti Bresciani al numero +39 030 3534008 o via mail scrivendo a info@florovivaistibs.it, oppure consultando il sito web www.florovivaistibs.it Su Facebook esiste la pagina www.facebook.com/eventiverdibresciani per tutti coloro che vogliono tenersi in contatti con gli appuntamenti green. Programma incontri
Ore 15.30 "Le piante che migliorano la vita" (Relatore: Mario Chesini) Approfondimento sulle proprietà e capacità delle piante a migliorare gli ambienti in cui viviamo. Le varietà chiamate Sansevieria, Areca, Chlorophytum, Spathiphyllum, Chamaedorea seifrizii, sono famose per le loro proprietà purificanti dell’aria. Alla fine degli anni ’80 la NASA ha effettuato una serie di ricerche molto approfondite riguardo le capacità e le proprietà delle piante e venne scoperto che oltre a assorbire anidride carbonica e rilasciare ossigeno, alcune piante hanno la capacità di neutralizzare sostanze chimiche volatili (VOC) spesso presenti nelle nostre abitazioni grazie a degli enzimi detti metilotrofi. Ore 16.30 "La vita dei tappeti erbosi" (Relatore: Andrea Piva) Soluzioni e consigli utili per la cura e la manutenzione del prato. Verranno forniti elementi tecnici necessari per un corretto impianto, la manutenzione ordinaria e straordinaria, la cura delle principali avversità con attenzione agli aspetti innovativi nella gestione dei tappeti erbosi.

venerdì 11 aprile 2014

Concorso Balconi e angoli fioriti a Settimo Vittone (Torino)

SECONDA EDIZIONE DEL CONCORSO BALCONI E ANGOLI FIORITI a SETTIMO VITTONE (TO) PRESENTAZIONE DOMANDE FINO AL 25 APRILE 2014
La Pro Loco di Settimo Vittone (To) indice ed organizza la seconda edizione del concorso denominato “Balconi e angoli fioriti nel comune di Settimo Vittone” che ha il fine di rendere più bello, gradevole ed ospitale, questo borgo collocato alle porte della Valle d'Aosta attraverso l’utilizzo dei fiori, un mezzo di grande effetto estetico in grado di trasformare lo scorcio di un balcone, di una finestra, di una vetrina o di un angolo del paese in una visione gradevole e profumata. Balconi, terrazze, vetrine di esercizi commerciali, davanzali e finestre colmi di fiori colorati ravviveranno Settimo Vittone (To) e l'immagine di questo splendido paese per la gioia dei turisti e della popolazione. Si tratta di un concorso aperto a tutti; l'allestimento è a tema libero, e le domande potranno essere presentate fino a venerdì 25 aprile 2014. Il balcone più raggiante, colorato e profumato vincerà questo originale concorso, che oltre ad essere un evento gradevole per coloro che hanno il pollice verde, si rivela un'idea vincente per il fatto che fiori allestiti ovunque renderanno il paese un tripudio di colori e profumi.
Il tema libero del concorso permette una vasta scelta riguardo ai tipi di fiore da allestire: dalle calendule alle begonie - fiori che evocano sensazioni prettamente estive - fino alle rose, alle orchidee e agli allegri girasoli. La fantasia dei cittadini che parteciperanno al concorso verrà solleticata per creare dei disegni, delle immagini floreali, delle vere forme d'arte. L'evento vuole valorizzare, ravvivare, colorare ed ingentilire l'immagine del paese per renderlo un'oasi profumata: la città si renderà così cornice di un quadro nuovo; gli spettatori di questa realtà rinnovata avranno l'impressione di camminare in un immenso giardino a cielo aperto.
Le domande di partecipazione e il regolamento del concorso sono reperibili presso la Biblioteca Comunale nei seguenti orari: lunedi dalle 9 alle 11, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 18 o scaricabili attraverso il sito www.prolocosettimovittone.com. La quota d'iscrizione è di dieci euro. Il periodo di riferimento per la valutazione andrà da aprile ad agosto e durante questo periodo il partecipante dovrà garantire il mantenimento delle caratteristiche del luogo in concorso. La valutazione sarà effettuata in base ai criteri di varietà e composizione di fiori e piante, privilegiando quelle che, per la durata della fioritura, possono mantenere più a lungo nel tempo la bellezza del balcone o degli angoli fioriti, migliore combinazione nella scelta dei colori dei fiori e nel loro accostamento e scelta di piante che fioriscono comunemente nel nostro clima (Gerani, Rose, Azalee, Ortensie, Tagete...). Una giuria di esperti procederà al sopralluogo in giorni stabiliti fotografando l'opera. Sono previsti sei premi in buoni di acquisto di fiori o materiale per giardinaggio presso i vivai Olea Garden a Montestrutto e Fiori e Frutti a Settimo Vittone. Ogni buono ha un valore di 50 euro. A tutti i partecipanti sarà consegnato un attestato di partecipazione. Si ringraziano “Fiori e Frutti” e “Olea Garden” di Settimo Vittone (To) per la disponibilità e materiale messo a disposizione. Per informazioni e chiarimenti chiamare i numeri: 349.5591345 o 333.86942431. Ufficio Stampa MRcomunicazione mrcomunicazione@gmail.com tel. 333.4309709/337.204218

lunedì 24 marzo 2014

Festa dell'Orto a Brescia 30 marzo 2014

A Brescia arriva la Festa dell’orto: dalla terra alla tavola
Per l’intera giornata di Domenica 30 Marzo a Brescia un programma di incontri gratuiti, assaggi e degustazioni per scoprire il mondo dell’orto in tutte le sue forme fino ai diversi usi in cucina. Domenica 30 Marzo, dalle 9,00 alle 19,00, si terrà uno speciale evento gratuito presso Brescia Garden in Via Vallecamonica, che per un’intera giornata aprirà al pubblico per mostrare e spiegare le migliori tecniche di coltivazione dell’orto e i consigli di un grande chef (Beppe Maffioli) per utilizzare le piante da orto in cucina. Erbe e ortaggi dal vaso al piatto ma non senza imparare a riconoscere le diverse varietà, le loro caratteristiche e come coltivarle in casa o sul balcone. Tra le decine di varietà di aromatiche in mostra potrete ricoscere le più classiche (origano, maggiorana, salvia, rafano, anice, timo, etc..) e scoprire le più particolari come la “salvia ananas”, le cui foglie hanno il sapore e profumano di ananas, o le diverse varietà di menta come la “menta piperita” dalle grandi proprietà fitoterapiche, la “menta da cocktail” o la “menta glaciale” dal gusto fresco e intenso. Il coriandolo invece è una delle aromatiche più antiche ed è una erbacea annuale utilizzata in erboristeria e dai molti usi in cucina (viene utilizzato nelle preparazioni di insaccati come salsicce e mortadelle, e per aromatizzare per esempio il gin) e in Oriente foglie e rametti di coriandolo vengono utilizzati al posto del più noto prezzemolo. Tra le piante da orto conoscerete i “pomodori zebra”, rarità quasi dimenticata dai frutti rigati e dal colore molto chiaro, oppure “read pear”, varietà di pomodoro con bacche a forma di pera dal sapore ottimo e ideali per guarnire le portate a tavola; il “lilliput” invece è una varietà di pomodori di tipo precoce che sviluppa frutti di piccole dimensioni, è molto resistente e può essere coltivata in vaso, piena terra e serra. Sono in commercio anche le “Meraviglie di Venezia”, varietà di fagiolo rampicante dalla colorazione gialla, o la zucchetta friulana, varietà precoce, di buona produzione e con frutti lunghi di colore giallo oro.
Esistono quindi ricche varietà di ortaggi e aromatiche poco conosciute o dimenticate che possono trovare specifici utilizzi in cucina. La “Festa dell’Orto” Domenica 30 Marzo, vedrà anche un incontro gratuito con Franchi Sementi e con lo chef Beppe Maffioli (Ristorante Carlo Magno). A conclusione del pomeriggio assaggi di pane e focaccia cucinati con erbe e ortaggi. Il programma della giornata prevede alle ore 9,00 l’apertura di un’esposizione di una nuova linea di piante biologiche aromatiche e da orto; alle ore 10,30 si terrà un incontro gratuito a cura di Franchi Sementi sulle tecniche di coltivazione degli ortaggi per orti di casa, orti sul balcone e sul terrazzo; alle ore 16,00 si terrà un incontro con lo chef Beppe Maffioli del ristorante Carlo Magno dal titolo “Come valorizzare gli aromi e le verdure dell’orto in cucina”. Alle ore 17,30 degustazione e assaggi di pane e focacce cucinate con erbe e ortaggi. Incontri gratuiti aperti al pubblico h 9.00 - Apertura mostra "Piante aromatiche e da orto" (a cura di Franchi Sementi) h 10.30 - "Coltiviamo gli ortaggi in casa: tecniche di coltivazione" (a cura di Franchi Sementi) h 16.00 - "Come valorizzare aromi e verdure dell’orto in cucina" (a cura dello Chef Beppe Maffioli, del ristorante Carlo Magno) h 17.30 – Degustazione e assaggi di pane e focaccia cucinate con erbe e ortaggi Informazioni: http://www.eventbrite.it/e/biglietti-festa-dellorto-10764536017 - Tel +39 030 317487
Andrea Mazza Servizi di comunicazione www.andreamazza.com Tel +39 3391351913 Brescia Garden Via Vallecamonica 25/U - Brescia Tel +39 030 317487 Mail info@bresciagarden.it

venerdì 21 marzo 2014

Ciuru Ciuri a Valverde 2014 5 -6- aprile

Ciuri Ciuri a Valverde 2014 Sabato 5 e Domenica 6 Aprile 2014 Vivai Valverde - via dei Belfiore, 111 Valverde - (Catania) "Di rosa in rosa" L' Associazione Ciuri Ciuri in occasione della manifestazione annuale organizza due giorni di incontri, dibattiti e conversazioni sul Giardino e sul Paesaggio. Nella prima giornata dal tema "di Rosa in Rosa", sarà presentato il Campus Nazionale "Rose sotto il vulcano: la creazione di un roseto" organizzato dall'Associazione Maestri di giardino che si terrà dal 7 al 9 Novembre 2014 presso i Vivai Valverde al quale potranno partecipare amatori del giardino, esperti e professionisti del settore. Il Campus illustrerà quali criteri utilizzare per la progettazione e l'impianto di un roseto, come scegliere le varietà più adatte alle varie condizioni climatiche e i lavori necessari per la sua cura e il suo mantenimento. Nel pomeriggio, dopo una breve passeggiata per le vie del centro di Valverde per osservare le emergenze botaniche presenti, tecnici, accademici ed esperti di progettazione e manutenzione del verde si incontreranno con amministratori e cittadini per affrontare il tema "Verde privato e pubbliche virtù". La tavola rotonda mira a trovare delle linee guida da offrire alle amministrazioni pubbliche per far si che il verde privato sia visto e valorizzato come una risorsa per la Comunità che migliora la qualità della vita all'interno dei centri urbani e può diventare attrazione turistica per tutti gli appassionati. La Domenica il tema centrale sarà "Il Giardino nel Cinema, il Cinema in Giardino". La mattinata vedrà coinvolti i partecipanti in un incontro con un esperto che racconterà come la settima Arte ha vissuto il tema del Giardino, mentre i più piccoli con "Giardinieri si Cresce" rappresenteranno le scenografie del loro film, potendo trarre ispirazione dal contesto naturale che li circonda. Dopo la chiacchierata si potrà passeggiare "In Giardino" per godere della mostra di locandine cinematografiche d'epoca che ci riporterà indietro nel tempo. Nel pomeriggio, sarà bandito il concorso internazionale "Revising cinema (Rivedere il cinema) " durante il quale studenti e professionisti under 30 potranno proporre la progettazione e la realizzazione di una arena all'aperto in chiave moderna ed innovativa. A seguire si aprirà la rassegna "Il Giardino nel cinema" che vedrà proiettati spezzoni di film che hanno per protagonista il verde, un piccolo assaggio prima della rassegna estiva che collauderà il progetto vincitore del concorso. Per vedere il programma in dettaglio e altre informazioni: http://www.ciuriciuri.it/ https://www.facebook.com/pages/Ciuriciuri/101294886617434 info_vv@vivaivalverde.it Tel: 0957211080

martedì 18 marzo 2014

Ritratti floreali di Gianna Tuninetti dal 22 marzo 2014

Sabato 22 marzo 2014 ore 16,30 Il MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE DI CARMAGNOLA Inaugura la mostra “ RITRATTI FLOREALI dalla natura all’arte “ Personale di Gianna Tuninetti Il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola presenta 200 acquarelli della pittrice torinese Gianna Tuninetti dedicati al mondo botanico. La mostra propone 40 opere in gran parte inedite. Completa l’esposizione un DVD in cui sono raccolti, oltre alle tavole esposte, altri 200 ritratti botanici accompagnati da testi esplicativi della stessa Tuninetti che ci permettono di comprendere le varie opere sotto il duplice aspetto: quello artistico pittorico e quello di conoscenza delle specie ritratte. . Gianna Tuninetti, e il Museo, hanno voluto offrire questa doppia lettura affinché l’appuntamento possa ampliarsi ed aprirsi non soltanto al godimento visivo ma anche alla comprensione delle piante e dei fiori, stimolando la curiosità del visitatore nel conoscerne il nome botanico, piuttosto che l’areale di distribuzione in natura, particolarità dell’ecologiai o eventuali proprietà ed utilizzazioni. Considerata l’importanza e la complessità dell’evento artistico, tutte le opere, in originale, sono disponibili per ulteriori mostre sul territorio nazionale da realizzarsi in collaborazione con il Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola. Durante il periodo espositivo saranno proposti diversi incontri a tema artistico e scientifico di cui daremo tempestiva informazione: 28 marzo ore 20.30 - Presentazione del libro di Gianni Palumbo "Giuseppe Camillo Giordano, un botanico romantico erborizza nell'Italia post- unitaria". 19 aprile ore 16.30 - Conferenza di Gianna Tuninetti sul tema: Tecniche pittoriche a confronto per la miglior resa del ritratto botanico. 26 aprile ore 16.30 - Corso di avvicinamento alle tecniche pittoriche: il fascino dell’acquarello. Esercitazioni dal vero. INFORMAZIONI UTILI: Periodo 22/3-30/4/14. Orario: Martedì e Venerdì 9.00-12.30;Giovedì 9.00-12.30 e 15.00 - 18.00 – Sabato e Domenica 15.00 -18.00; Ingresso Museo e Mostra (2 €, ridotti 1€ ). Gianna Tuninetti www.giannatuninetti.it

venerdì 14 marzo 2014

Giardini di Villa della Pergola ad Alassio apertura 29 marzo 2014

I GIARDINI DI VILLA DELLA PERGOLA AD ALASSIO aprono al pubblico dal 29 marzo a fine ottobre, durante tutti i weekend A partire da sabato 29 marzo aprono al pubblico i Giardini di Villa della Pergola ad Alassio, sulla Riviera ligure di Ponente, che offrono ai visitatori un’impareggiabile vista dell’intero golfo di Alassio, dall’isola Gallinara fino a intravvedere la Corsica. Realizzati alla fine del XIX secolo, essi rappresentano un raro esempio di giardini inglesi in Italia, strettamente legati alla storia della comunità anglosassone che aveva scelto questo angolo di Riviera come meta preferita di villeggiatura. Nel 2012, dopo 6 anni di lavori, un sapiente restauro curato dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone ha restituito all’antico splendore i 22.000 metri quadrati dei Giardini, in cui ora convivono in armonia vegetazione mediterranea e piante rare della flora esotica, in quel clima lussureggiante che, nel 1903, ispirò il musicista Edward Elgar per la sua composizione sinfonica “In the South (Alassio)”. Da fine marzo a fine ottobre dunque, ogni sabato e domenica – e durante la settimana solo per i gruppi – questo angolo di paradiso aprirà i suoi cancelli al pubblico con visite guidate. Flora mediterranea e tropicale in Riviera I Giardini di Villa della Pergola offrono un’occasione unica per passeggiare immersi nella tipica vegetazione mediterranea, fatta di pini marittimi, carrubi, ulivi, lecci sapientemente coniugati con jacarande e strelitzie giganti sudafricane, eucaliptus australiani, banani e palme di tutti i tipi, aloe, agave, fichi d’india, cactacee provenienti da ogni latitudine, glicini, tumbergie, spiree, ortensie, oleandri, pelargoni odorosi, lavande, buganvillee, dature, bignonie, solanum e gelsomini. I giardini ospitano alcune collezioni botaniche, come quella degli agrumi e dei glicini, e una importante collezione di Agapanti (oltre 300 varietà diverse), unica in Europa per numero e qualità. A passeggio sui sentieri, tra pergole, fontane e laghetti Le pergole sono uno degli elementi caratteristici dei Giardini, tanto da dare il nome alla Villa e al Villino, capolavori architettonici di fine Ottocento che sorgono all’interno del parco. Coperte di Rosa banksiae, di buganvillee e di glicini di numerose varietà, le pergole uniscono i diversi livelli del parco, snodandosi lungo i fianchi della collina e lasciando libera la vista sulla baia di Alassio. Le numerose fontane e i laghetti rocciosi accolgono le ninfee rosa (già presenti al tempo degli inglesi) e le specie più recenti di ninfee tropicali blu, mentre gli antichi vasconi, che servono ancora oggi per la raccolta dell’acqua destinata all’irrigazione, sono stati trasformati in grandi vasche per la coltivazione dei loti. Ampi sentieri coperti di ghiaia o lastricati, come la Passeggiata del Sole, e diverse scalette in pietra collegano le varie terrazze: quella panoramica, con due altissime Phoenix canariensis, quella antistante la Villa, che ospita un eucalipto ultra centenario, e la terrazza con il prato adiacente al Villino. Un po’ di storia Ideati dal generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875, il parco e la Villa della Pergola passarono, ai primi del ’900, al cugino di Virginia Woolf, il baronetto Sir Walter Hamilton Dalrymple. Nel 1922, il nuovo proprietario, Daniel Hanbury – secondogenito di Thomas, ideatore e proprietario dei celebri Giardini Hanbury (La Mortola, Ventimiglia) – iniziò un’opera di arricchimento delle collezioni di piante presenti nel parco, attingendo dai giardini botanici della famiglia. Dopo un periodo di abbandono e degrado, nel 2006 una cordata di amici guidata da Silvia e Antonio Ricci, sempre attenti alle vicende del territorio e nell’ottica di salvaguardare il paesaggio e l’ambiente, acquistò la proprietà all’asta giudiziaria per salvarla da una speculazione edilizia.
Il restauro dei giardini Dal 2006 al 2012 il Parco ha subìto un importante restauro, affidato all’architetto paesaggista Paolo Pejrone. Grazie a un sapiente intervento conservativo, eseguito nella continuità della storia e della vocazione del luogo, i Giardini conservano ancora oggi le tipiche caratteristiche dei giardini all’inglese ottocenteschi che li hanno resi una delle meraviglie botaniche della Riviera ligure e del Mediterraneo. Villa della Pergola All’interno dei Giardini si trovano Villa della Pergola e il Villino, anch’essi sottoposti a importanti interventi di restauro conservativo di interni ed esterni da parte dell’architetto Ettore Mocchetti. Le ville hanno così recuperato l’antico charme di dimora vittoriana, con tutto il fascino dello stile coloniale inglese, diventando raffinati relais dove è possibile soggiornare da marzo a ottobre. Le suite sono tredici – divise tra la Villa, il Villino e la Casa del Sole – una diversa dall’altra e ognuna dedicata a un personaggio inglese legato alla storia di Alassio. I Giardini di Villa della Pergola fanno parte del network Grandi Giardini Italiani (www.grandigiardini.it) e hanno vinto il Gran Premio Giardini 2013 per il più alto livello di manutenzione, buon governo e cura di un grande giardino italiano.
Apertura I Giardini sono aperti per visite guidate su prenotazione dal 29 marzo a fine ottobre, il sabato e la domenica, con inizio alle 9.30 alle 11.30 alle 15.00 e alle 17.00. Durante la settimana è possibile prenotare visite solo per gruppi. La visita si compie singolarmente e/o in piccoli gruppi. Durata 1,30 h circa Agibilità I Giardini sono visitabili in gran parte anche da persone disabili. Solo alcune zone non sono accessibili a causa della morfologia del terreno e per la presenza di brevi scale in pietra. Biglietti Il biglietto d'ingresso è acquistabile sul posto e comprensivo di accompagnamento guidato. Singolo: 12 euro, Soci FAI: 10 euro Gratuito per i bambini fino ai 6 anni accompagnati da un adulto. Scolaresche: 6 euro È possibile, solo su prenotazione e per i gruppi, un biglietto d'ingresso comprensivo di aperitivo a buffet con prodotti liguri al costo di 20 euro a persona. Per tutti i visitatori è inoltre possibile accedere al bar e al ristorante di Villa della Pergola Historical Suites Relais. Per informazioni e prenotazioni: Giardini di Villa della Pergola, via Privata Montagu 9, 17021 Alassio (Savona) Tel. +39.0182.646130 - info@giardinidivilladellapergola.com - www.giardinidivilladellapergola.com fonte Elena Ghielmetti ELLECISTUDIO

mercoledì 12 marzo 2014

PRIMAV...ARENNA 15 e 16 marzo 2014

PRIMAV...ARENNA! “La Natura si risveglia sul Lago di Como” Varenna, incantevole borgo di origine romana al centro del Lago di Como e località turistica tra le più rinomate del Lario, ospiterà sabato 15 e domenica 16 marzo la prima edizione di “PRIMAV...ARENNA! La natura si risveglia sul Lago di Como”. Il paese, un manipolo di casette colorate abbarbicate ad un promontorio proteso verso il lago, è sovrastato dalla imponente mole della Torre di Vezio. Grazie ad un clima invidiabile, reso mite dal lago, qui lussureggiano gli agrumi (pompelmo, mandarino, limone, chinotto, kumquat e altri ancora), si è naturalizzato nei boschi il Cipresso e si coltiva l'olivo da centinaia di anni producendo un olio extra vergine DOP che rappresenta la produzione olearia più a settentrione d'Italia. L'evento intende rallegrare l'arrivo imminente della Primavera, raccogliendo nella centralissima Piazza San Giorgio alcuni tra i produttori più prestigiosi del settore florovivaistico che esporranno e venderanno le loro produzioni più intriganti. Fiore “star” dell'edizione sarà l'HELLEBORUS ORIENTALIS che invaderà il paese in tutte le sue mirabili varietà, forme e colori. Alle nostre latitudini è di casa l'Helleborus Niger o Stella di Natale, il fiore che Vita Sackville-West ricorda col nome di “Erba di Cristo”, al quale Rudolf Borchardt accosta, nel linguaggio dei fiori, quello di “dispetto e mutamento”. John Gerard nel suo “Herbal” ne consiglia la somministrazione, “ottima per uomini pazzi e furiosi”; sarà forse per questo suo mistero e magia che J.K. Rowling più volte cita l'Elleboro nella saga letteraria di Harry Potter! L'Helleborus Orientalis è invece originario della Grecia e dell'Asia Minore. Chiamato anche “Rosa di Quaresima” fiorendo tra marzo e aprile, appartiene alla famiglia delle Ranunculaceae. Numerosissimi e spettacolari i suoi ibridi, con colori che vanno dal bianco al porpora scuro quasi nero, al rosso, al rosa, al giallo sino al verde e via scorrendo con le qualità semplici o doppie, screziate o puntinate. Da sottolineare la facile coltura e l'ottima acclimatazione. Accanto agli Ellebori, altre tantissime piante e fiori che verranno scelti e proposti in virtù proprio della loro caratteristica di annunciarci l'arrivo della bella stagione e la fine dell'inverno. La due giorni vedrà inoltre presso la Sala De Marchi di Varenna, una bellissima esposizione di fotografie di Dario Fusaro – tema per l'appunto gli Ellebori – e di acquerelli realizzati da Lidia Vanzetti: artisti di fama internazionale che onoreranno Varenna con la loro arte. Ma non finisce assolutamente qua! Varenna ospita tre veri gioielli: i giardini di Villa Monastero, quelli di Villa Cipressi e di Castel Vezio. Ebbene, per l'occasione, PRIMA ASSOLUTA, verranno collegati direttamente i giardini delle due ville creando così un unico percorso di circa tre kilometri che costeggia il lago, che si moltiplica su più livelli paralleli e quindi davvero imponente. Vi lussureggiano agavi, agrumi, cistus, magnolie e centinaia di altre specie qui ottimamente acclimatate, che si specchiano direttamente sulle acque del Lago di Como, vero artefice di questo invidiabile microclima. Per la prima volta quindi, l'opportunità davvero incredibile di poter accedere a visite guidate attraverso questo magnifico e immenso giardino delle delizie! E non è ancora finita: a Castel Vezio, visite guidate al giardino di Villa Greppi, disegnato nel 1945 da Pietro Porcinai, il più importante paesaggista italiano del '900. A dominio del Centro Lago, questo capolavoro offre scorci unici e una pace invidiabile che accompagnerà lungo tutto il percorso coloro che vorranno così deliziarsi. Accanto alla mostra mercato di fiori e piante, esporranno le loro specialità artigianali, produttori locali di olio, di insaccati e salumi, di formaggio e di pesce di lago: prodotti genuini e a kilometro zero. A Varenna (70 km da Milano) si può giungere tramite la SS 36 (Uscita Abbadia- Lungolago) e poi la SP 72, oppure tramite TRENORD (linea Milano-Sondrio-Tirano: stazione di Varenna) alternativamente tramite la Navigazione Lago di Como (scalo di Varenna). Per chi arriva in auto, ampia la possibilità di parcheggio (Park Varenna, pieno centro, tariffe scontate per l'occasione). L'evento è ideato, realizzato e coordinato dal Comune di Varenna – Assessorato alla Cultura e al Turismo, tramite il Comitato Organizzatore. Si ringrazia l'Amministrazione Provinciale di Lecco (Villa Monastero), la famiglia Greppi (Castel Vezio) e l'Hotel Villa Cipressi che gestisce l'omonima villa, di proprietà comunale. CONTATTI: www.varennaturismo.com infoturismo@comune.varenna.lc.it

venerdì 14 febbraio 2014

14 febbraio 2014 San Valentino e ... "Mi illumino di meno"

Il 14 febbraio 2014… … in tutto il mondo è San Valentino … in Italia è la Giornata del risparmio energetico e, per la decima volta, Caterpillar Rai Radio 2, lancia la campagna di sensibilizzazione “M’illumino di meno”- Venerdì 14 febbraio dalle 18.00 alle 19.30 -

Iniziative del Mart di Trento Come ogni anno il Mart aderisce con entusiasmo all’appello lanciato da Caterpillar in favore del “silenzio energetico” e, tra le 18 e le 19.30 durante le inaugurazioni delle nuove mostre, abbasserà le luci sulla piazza sotto la cupola di Mario Botta, riducendo il consumo energetico. Per il decennale della manifestazione però il Mart non si limita a consumare meno, ma propone il primo #museumdate, ossia uno speed date all'interno del Museo. Perché il Museo sia ancora una volta un luogo nel quale incontrarsi, confrontarsi e discutere di arte, amando la cultura e il pianeta.

Speed date al museo per il 14 febbraio 2014 al Mart di Trento Quella dello speed date è una formula nata circa vent’anni fa negli Stati Uniti con lo scopo di far conoscere persone single. Nel tempo, consolidandosi, lo speed date è diventato uno strumento divertente e informale per conoscere persone di ogni tipo, accomunate dalla voglia di incontrare altre persone con interessi simili. A ogni partecipante viene assegnata un’identità segreta con la quale dovrà presentarsi a chi, per soli cinque minuti, gli siederà di fronte. Allo scadere del tempo, controllato da un maestro di cerimonie, tutti i partecipanti, seduti l’uno di fronte all’altro in una fila di tavoli, scorreranno di un posto, trovandosi così di fronte a un nuovo incontro.
Il museum date del Mart verrà ospitato nell’Area educazione del Museo, eccezionalmente illuminata con luci soffuse e a risparmio energetico per suggerire come il consumo responsabile possa essere anche divertente e romantico. I partecipanti potranno accedere al #museumdate direttamente dalle sale della mostra su El Lissitzky, avanguardista russo teorizzatore dell’arte totale. Ogni partecipante avrà un’identità artistica fittizia, attribuita dagli organizzatori (per esempio Carla Accardi o Pablo Picasso) e una scheda di valutazione per indicare quali “artisti”, tra quelli incontrati, ha trovato interessanti.
Argomento di conversazione saranno i capolavori dell’arte di tutti i tempi: ognuno potrà scegliere un artista, un’opera, una mostra, un periodo artistico dal quale far partire la breve conversazione. Cinque minuti a coppia e via!, allo scadere del tempo si prosegue con un altro incontro. Al termine del #museumdate ogni partecipante consegnerà la propria scheda di valutazione. Gli organizzatori entro pochi giorni manderanno ai partecipanti che siano risultati “affini” una mail con i rispettivi contatti e offriranno due biglietti da utilizzare nel periodo 15 febbraio-8 giugno 2014, per approfondire la conoscenza visitando le mostre in corso. Chiunque può partecipare: gli appuntamenti non saranno limitati a far incontrare persone di sesso opposto, perché l’obiettivo è conoscersi, discutere di arte e chiacchierare. Per trovare affinità elettive e sensibilità in comune. E magari organizzare una visita insieme al museo o una cena a lume di candela con un occhio al risparmio energetico e uno al romanticismo.

giovedì 13 febbraio 2014

San Valentino 2014 i fiori vincono fra le idee regalo!

SAN VALENTINO: FIORI PREFERITI A CIOCCOLATINI E GIOIELLI, MA QUASI 3 SU 10 NON FARA’ REGALI
Fiori, senza dubbio alcuno.Almeno per il 35% dei toscani che li preferiranno a cioccolatini (6%) e gioielli (6%). Il 26% punterà invece su una cena romantica, magari a lume di candela e buon vino, mentre il 26% non regalerà niente al proprio partner. I fiori si confermano l’indiscusso simbolo della Festa di San Valentino, un must sia per l’uomo che per la donna. Non è infatti più un tabù il regalo floreale anche per i maschietti che non nascondono di apprezzare, e molto, il pensiero.
Ecco quali saranno le intenzione dei toscani per questo San Valentino. A dirlo è un sondaggio effettuato da Coldiretti Toscana (info su www.toscana.coldiretti.it) in vista dell’evento dedicato agli innamorati.
Nel giorno degli innamorati - consiglia Coldiretti - si possono regalare dei fiori anche agli uomini purché non siano troppo delicati o con colori tenui o anche una pianta, soprattutto se di una specie che non ha bisogno di molte cure. L’Italia e la Toscana - afferma Coldiretti - sono all’avanguardia nella coltivazione di fiori e piante a livello internazionale e comunitario dove il Tricolore è al posto d'onore dopo l'Olanda che spesso è però solo il crocevia di
triangolazioni commerciali, come accade per le produzioni di paesi extracomunitari come Thailandia, Brasile, Perù o, per le rose, Kenia. Peraltro i fiori italiani - afferma Coldiretti - sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che presentano aromi più intensi e caratteristici. Sono 3.500 le aziende florovivaistiche che operano in Toscana che danno lavoro a circa 15mila addetti (escluso indotto) e generano un volume di affari di quasi 1miliardo di euro l’anno. 180 x 150 Static 2 Consigli per scegliere il fiore giusto: Il mazzo di rose deve essere sempre composto in numero dispari di fiori che nei loro colori possono comunicare sensazioni differenti. Se le rose rosse significano passione ardente, quelle bianche testimoniano l'amore puro e spirituale mentre il color corallo rivela il desiderio. Ancora la rosa muschiata significa bellezza capricciosa, il color pesca manifesta un amore segreto, l'arancio esprime fascino, il rosa amicizia, affetto e gratitudine. Particolare attenzione va prestata alla rosa di colore giallo perché oltre a simboleggiare un amore disperato per l'assillante gelosia, potrebbe significare anche tradimento o amore in declino. Il ranuncolo simboleggia bellezza malinconica e la calendula è ambasciatrice di dedizione, ma anche di pene d'amore e potrebbe rappresentare la sofferenza dell'innamorato non corrisposto. Anche il garofano e il tulipano hanno un loro particolare significato a seconda del colore: il garofano bianco significa fedeltà, quello giallo eleganza, quello rosa amore reciproco e quello rosso amore vivo e intenso; per il tulipano, invece il colore rosso esprime una dolce dichiarazione d'amore, lo screziato complimenti per gli occhi della persona amata e il giallo amore disperato. E il papavero, per esempio, simbolo di tranquillità e serenità, è perfetto per chi, in questa occasione, voglia rassicurare il partner e comunicargli che tutto procede per il meglio. Per ulteriori informazioni visitate la nostra pagina Significato dei fiori by dilloconunfiore

martedì 19 novembre 2013

E' tempo di piantare i bulbi a fioritura primaverile.

Oggi, 19 novembre il Rijksmuseum e il parco Keukenhof piantano bulbi di tulipani del Seicento.
Nei giardini del Rijksmuseum di Amsterdam sono stati piantati oggi bulbi di tulipani del diciassettesimo secolo. Naturalmente non si tratta di bulbi vecchi di centinaia di anni, bensì di una vera e propria specie di tulipano rimasta preservata nel tempo. Ad occuparsi dell’operazione Wim Pijbes e Bart Siemerink, direttori rispettivamente del Rijkmuseum e del parco Keukenhof. All’inizio del Seicento i tulipani godevano di una popolarità enorme. Il commercio di bulbi floreali, dei tulipani in particolare, divenne in questo periodo un processo lucrativo. Nel culmine della cosiddetta Tulipanomania, verso il 1630, i bulbi di tulipani più rari arrivarono a costare quanto una casa.

Keukenhof: Piantati i primi bulbi per un mosaico raffigurante i canali di Amsterdam
Nel parco floreale olandese Keukenhof sono stati da poco piantati i primi bulbi per creare un mosaico di tulipani raffigurante i canali della città di Amsterdam. Il tema scelto dal Keukenhof per il 2014 è l’Olanda, con particolare attenzione a icone nazionali sia classiche sia moderne. Il pezzo forte dell’anno tematico sarà il mosaico raffigurante i canali di Amsterdam e un tulipano della grandezza di una casa. Il soggetto simboleggia la centralità del tulipano durante il Secolo d’Oro olandese. Il mosaico avrà le dimensioni di 22x13 metri e sarà composto da 60.000 bulbi fra tulipani e mùscari. I bulbi fioriranno in primavera, in tutta la loro bellezza e varietà di colori. Molti turisti da tutto il mondo continuano a visitare l’Olanda per entrare in contatto con le sue icone uniche come Rembrandt, Van Gogh, il formaggio olandese, i mulini a vento e i tulipani. L’importanza del Keukenhof per il turismo dei Paesi Bassi è smisurata. Ogni anno sono ben 800.000 i visitatori provenienti da oltre 100 Paesi a visitare il parco Keukenhof , di cui il 75% dall’estero. Bulbi e tulipani in generale e il Keukenhof in particolare, rappresentano il volto che i turisti si figurano dell’Olanda. Oltre ai bulbi piantati per creare il mosaico, in questi periodo verranno piantati nel parco circa 7 milioni di bulbi per poi dare uno spettacolo meraviglioso di fiori in primavera. www.keukenhof.nl
amsterdam,

lunedì 7 ottobre 2013

Vendita di Bulbi da fiore al Parco Keukenhof, in Olanda

Presso il parco Keukenhof dall'11 al 13 ottobre si terrà il Keukenhof Bloembollenmarkt, il mercato dei bulbi floreali, nel padiglione Oranje Nassau. Decine di coltivatori, che si sono dedicati alle piante bulbose meno comuni, metteranno in vendita i loro prodotti. Il mercato dei bulbi è un'occasione per chiunque sia interessato ai bulbi floreali e al giardinaggio, con un'offerta straordinariamente ampia, tra cui molte specie esclusive. Si potranno avere informazioni di prima mano su come piantare e prendersi cura dei diversi tipi di bulbi e alcuni specialisti spiegheranno come coltivare al meglio piante bulbose a casa. Il mercato dei bulbi dà il via alla stagione internazionale della messa a dimora dei bulbi: ora il bulbo, in primavera i colori! Nel parco saranno piantati circa sette milioni di bulbi nei prossimi mesi: i giardinieri del Keukenhof terranno dimostrazioni con trucchi e consigli utili. Seguendo le indicazioni di un esperto di botanica e di una guida, verranno organizzate visite guidate autunnali nel parco che partiranno dall'atrio del padiglione Oranje Nassau alle 11 e alle 14. Il mercato dei bulbi del Keukenhof si terrà da venerdì 11 a domenica 13 ottobre compresi, dalle 10 alle 16.30. L'ingresso e il parcheggio sono gratuiti.

mercoledì 2 ottobre 2013

Fiori nel tempo a Milano

Venerdi 4 Ottobre alle 17:00 si inaugura Fiori nel tempo Mostra di ikebana e decorazione floreale esposizione di composizioni floreali curata da • Garden Club Milano • Ikebana Ohara Chapter Milano • Scuola Italiana Arte Floreale Camilla Malvasia considerata la caducità delle composizioni l'esposizione proseguirà solo Sabato 5 e Domenica 6 Ottobre dalle 11 alle 19 eccezionalmente nella prestigiosa sede di Galleria Bolzani a Milano in via Morone, 2 (di fronte alla Casa del Manzoni)
Ingresso gratuito

giovedì 26 settembre 2013

Argomenti collegati

Related Posts with Thumbnails