martedì 18 dicembre 2012

Natale: TEMPO DI PRESEPI Manifestazioni natalizie 2012

LEGOLI: NATIVITÀ – BENOZZO GOZZOLI E BRONZINO PER UNA LITURGIA BAROCCA
Il 15 Dicembre 2012 alle 16.30, presso la Chiesa di SS. Bartolomeo e Giusto di Legoli, aprirà al pubblico una Natività d’eccezione: una coinvolgente manifestazione artistica attraverso opere congiunte di Benozzo Gozzoli e Bronzino. Legoli (piccolo borgo medievale del Comune di Peccioli) torna a ospitare uno spettacolo unico e sorprendente: dopo l’esposizione di “Il Sacrificio di Isacco (a lume di notte)” di Caravaggio, nella Chiesa dei Santi Bartolomeo e Giusto aprirà al pubblico una Natività d’eccezione, composta da riproduzioni e stralci di opere di Benozzo Gozzoli e di Bronzino. L’operazione, sotto la regia di Alberto Bartalini e la curatela generale di Ilario Luperini, è promossa dalla Fondazione Peccioli per l’Arte, unitamente al Comune di Peccioli e alla Belvedere Spa. «In questa preziosa installazione – dice Luperini - che si estende maestosa nel presbiterio, il regista ripropone la teatralizzazione della liturgia cattolica tipica del barocco, facendola corrispondere alla modernità del sentimento religioso». La Natività, che si estenderà nel presbiterio, offrirà allo sguardo dello spettatore gli alberelli stilizzati e il fastoso corteggio dei Magi di Benozzo Gozzoli dall’affresco di Palazzo Medici Riccardi di Firenze, per proseguire con due opere di Bronzino, gli angioletti tratti dalla Deposizione di Cristo di Palazzo Vecchio e la Natività di Cristo della Chiesa di S. Stefano dei Cavalieri di Pisa. Questo progetto si inserisce in una serie di eventi e iniziative volte alla promozione del territorio. Legoli è infatti un borgo medievale straordinario, immerso nella campagna toscana. Dalla Chiesa dei Santi Bartolomeo e Giusto si possono ammirare le colline toscane del circondario, dove altri borghi come Toiano e Ghizzano si conservano intatti. Inoltre, a due passi dal luogo dell’esposizione, si può trovare la meravigliosa cappella di Santa Caterina con gli affreschi di Benozzo Gozzoli: proprio per questo si è deciso di rendere il grande maestro protagonista della Natività insieme al Bronzino. Entusiasta il Sindaco di Peccioli Silvano Crecchi: «Questo è un importante processo partecipativo per la Comunità di Legoli, che ha mostrato interesse e collaborazione già con l’iniziativa sul Caravaggio». In questa occasione, che prenderà avvio nel pomeriggio di sabato, saranno presenti, oltre al regista e al curatore, il Rettore della Chiesa di S. Stefano dei Cavalieri Monsignor Aldo Armani, il Preposto Don Carlo Gronchi, il Sindaco Crecchi, il Presidente di Belvedere Macelloni. Inoltre la Corale Valdera, diretta dal Maestro Simone Valeri, si esibirà proprio nel luogo dell’installazione. «La cultura e il turismo da essa derivata – dice il presidente di Belvedere Spa Renzo Macelloni – stanno divenendo un aspetto sempre più importante per il nostro territorio, e l’interesse dimostrato fino a oggi per tutte le operazioni realizzate lo dimostra». “Natività” Benozzo Gozzoli e Bronzino per una liturgia Barocca Chiesa di SS. Bartolomeo e Giusti di Legoli, Peccioli, (PI) Ingresso gratuito Info: Tel + 39 0587 672158 Fax + 39 0587 670831 info@fondarte.peccioli.net www.fondarte.peccioli.net

lunedì 17 dicembre 2012

Iniziative interessanti per Capodanno 2013 in Italia

Capodanno al Palazzo Ducale di Genova con Mirò e McCurry

A Palazzo Ducale un'originale notte di San Silvestro per tutti coloro che vogliono salutare il nuovo anno con un appuntamento insolito in compagnia dei capolavori di Miró e delle fotografie di Steve McCurry proposti in due mostre, l’una nell’Appartamento del Doge, l’altra nel Sottoporticato, e che per questo Capodanno saranno aperte fino alle 2.00 di notte. La biglietteria mostre a Palazzo Ducale chiude alle ore 1.00
Joan Miró Femme dans la rue, 1973 Olio, guazzo e acrilico su tela, 195 x 130 cm Fundació Pilar i Joan Miró, Mallorca © Successió Miró by SIAE 2012 Foto: © Joan Ramón Bonet & David Bonet / Cortesía Archivo Fundació Pilar i Joan Miró a Mallorca
Joan Miró Oiseaux, 1973 Olio e acrilico su tela, 115,5 x 88,5 cm Fundació Pilar i Joan Miró, Mallorca © Successió Miró by SIAE 2012 Foto: © Joan Ramón Bonet & David Bonet / Cortesía Archivo Fundació Pilar i Joan Miró a Mallorca

Mirò! Poesia e luce è una rassegna esaustiva dell’opera di Joan Miró (1893-1983), il grande artista catalano che ha lasciato un segno inconfondibile nell’ambito delle avanguardie europee. La mostra presenta oltre 80 lavori mai giunti prima nel nostro Paese, tra cui 50 olii di sorprendente bellezza e di grande formato, ma anche terrecotte, bronzi e acquerelli. Si possono ammirare tra i capolavori, gli olii Donna nella via (1973) e Senza titolo (1978); i bronzi come Donna (1967), tutti provenienti da Palma di Maiorca dove la Fundació Pilar i Joan Miró detiene molte opere dell’artista, concesse in via del tutto straordinaria per questa esposizione. La mostra è organizzata da Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Arthemisia Group e 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE, in collaborazione con Fundació Pilar i Joan Miró.
La mostra Steve McCurry. Viaggio intorno all’Uomo presenta in oltre 200 foto, una antologia di tutta la produzione di McCurry con numerose delle sue immagini più famose, a partire dal ritratto della ragazza afgana dagli occhi verdi. Insieme alle icone più conosciute, scattate nel corso degli oltre 30 anni della sua straordinaria carriera di fotografo e di reporter, sono presentati i lavori più recenti, insieme ad alcuni inediti, non presenti nelle mostre precedenti. Sono esposti, oltre al progetto The last roll con le immagini scattate utilizzando l'ultimo rullino prodotto dalla Kodak, gli ultimi viaggi a Cuba, in Thailandia e in Birmania, una selezione delle fotografie scattate nei recenti e numerosi soggiorni italiani e in ultimo le recenti immagini realizzate nel 2012 in Tanzania per il progetto di sostenibilità Lavazza ¡Tierra! A disposizione dei visitatori un’audioguida gratuita con cui lo stesso McCurry racconta storia e situazioni in cui sono state scattate le singole fotografie: una suggestione da non perdere! La mostra è organizzata da Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e CIVITA.
Per chi volesse poi festeggiare l’arrivo del Nuovo Anno, domenica 31 dicembre a partire dalle ore 19.30, sarà organizzata la festa per il cenone di Capodanno all'interno del prestigioso Salone del Maggior Consiglio, dove sarà anche possibile assistere a uno spettacolo di cabaret e musica, tra ironia e sarcasmo con il comico genovese Fabrizio Casalino e ovviamente visitare le due mostre, anche dopo cena. Tariffe > Cenone di Capodanno (tavoli da dieci persone) + visita 2 mostre + spettacolo di cabaret + brindisi di mezzanotte > € 89 cad. Drink di benvenuto + visita alle 2 mostre + spettacolo di cabaret + brindisi di mezzanotte > € 29 cad. I posti sono limitati, pertanto è consigliata la prenotazione Informazioni e prenotazioni Happyticket T +39 010 5969698 M +39 347 6179728

martedì 27 novembre 2012

Manifestazioni floreali di Natale, Milano Orticoline 2012

AL MUSEO DIOCESANO DI MILANO DA SABATO 1 A DOMENICA 2 DICEMBRE 2012 NATALE NEL CHIOSTRO

Uno dei luoghi più affascinanti di Milano s’illuminerà con le luci e i colori della festa più magica dell’anno, per accogliere Orticoline d’Inverno e le eccellenze dell’enogastronomia italiana, addobbi, presepi, stelle di Natale
Da sabato 1 a domenica 2 dicembre 2012, il Museo Diocesano di Milano s’illuminerà con le luci e i colori della festa più magica dell’anno. L’edizione 2012 di Natale nel Chiostro proporrà, in uno dei luoghi più affascinanti della città, le eccellenze dell’enogastronomia, gli addobbi, i presepi, le stelle di Natale, allo scopo di raccogliere fondi destinati a finanziare e a sviluppare i progetti culturali e didattici del Museo.


Ospite speciale, Orticola di Lombardia Onlus che presenterà “Orticoline d’inverno”, terza edizione della mostra-mercato di fiori e piante che ospiterà collezioni di felci sempreverdi, ellebori, orchidee e camelie provenienti da tutto il mondo.
Tra le novità di Natale nel Chiostro ci sarà la tensostruttura trasparente che permetterà di usufruire di tutti i tre lati del chiostro, consentendo di mantenere la vista sul prato. Al suo interno, si troveranno alcune tra le migliori realtà presenti sul territorio italiano nella produzione di spumanti pregiati, di panettoni e dolci natalizi e dei vari tipi di cioccolato, provenienti dalle diverse zone d’Italia. Verrà inoltre allestito un salotto nel chiostro, il Lunch Café, un luogo d’incontro e di relax dove sostare, gustare l’atmosfera festosa dell’evento e partecipare a incontri sui temi del Natale e delle sue tradizioni, oltre ad affrontare, in compagnia di esperti, i temi legati all’alimentazione e al benessere.
Molto ricco sarà il programma dedicato ai laboratori sia per adulti che per bambini, come gli atelier di cucina per scoprire i segreti dei grandi chef per guarnire i dolci.
Domenica pomeriggio, in concomitanza con la presentazione del libro Guida al benessere di Nicoletta Carbone, Paola Reverso e Alberto Pellai, si terranno dei laboratori didattici per i bambini dai 3 ai 10 anni per preparare, durante i giorni di festa, una gustosa prima colazione, una merenda saporita e uno spuntino appetitoso; inoltre, corsi creativi dove sperimentare le tecniche per la realizzazione degli addobbi natalizi per decorare la casa, la tavola e l’albero. Natale nel Chiostro sarà anche un momento di festa per i più piccoli con giochi e attività, in collaborazione con Ad Artem.
Per Orticoline d’inverno, sabato 1° dicembre alle 11.30, è in programma la conferenza Perché coltivare le orchidee allunga la vita, a cura di Giancarlo Pozzi dell’Orchideria di Morosolo.
Domenica 2 dicembre - alle ore 11.00, 12.00, 15.00 e 16.00 - Margherita Angelucci di Foglie, fiori e fantasia, presenterà il laboratorio Il bouquet di Natale (costo di partecipazione: 30 Euro; prenotazione obbligatoria a mostraorticola@orticola.org o margheritaxangelucci@gmail.com oppure telefonando ai numeri 02.86998433, 02.776544 o 338.6614640).
La magia del Natale verrà vissuta attraverso l’esposizione di presepi tradizionali e artistici. Tra questi, si segnalano quelli in terracotta e stoffa di Angela Tripi; l’artista siciliana trova ispirazione nella tradizione del mondo arabo che evoca atmosfere e memorie perse nel tempo. Quindi i presepi in legno della Val Gardena, figli della storia artigianale locale che affonda le proprie radici fin dal primo Medio Evo. O ancora, quelli in terracotta di San Gregorio Armeno, Napoli, con le statuine e gli accessori classici del presepe popolare, modellati, dipinti e rivestiti in stoffa dagli abili artigiani partenopei. E, tra le curiosità, la Natività scolpita interamente a mano in legno di tiglio, dipinta con colori ad olio, creata dal Demetz Art Studio di Ortisei, di cui una copia viene esposta ogni Natale nella cattedrale di St. Patrick a New York. Natale nel Chiostro offrirà anche l’occasione per promuovere l’iniziativa del Museo A Natale io regalo Cultura, con un banchetto in cui si potranno acquistare i biglietti della mostra Costantino 313 d.C., in programma fino al 17 marzo 2013 a Palazzo Reale di Milano, e del Concerto al Teatro alla Scala di lunedì 10 dicembre, in memoria del Cardinale Carlo Maria Martini. L’ingresso per il pubblico prevede un biglietto di € 8.
NATALE NEL CHIOSTRO
Milano, Museo Diocesano (Corso di Porta Ticinese, 95) Da sabato 1 a domenica 2 dicembre 2012 Orari: sabato 1 e domenica 2 dicembre, dalle 10.30 alle 19.30 Ingresso: Euro 8; gratuito per i ragazzi fino a 18 anni; il biglietto consente la visita delle collezioni permanenti del Museo Diocesano. Informazioni Tel 02.89420019; info.biglietteria@museodiocesano.it; www.museodiocesano.it
Ufficio Stampa CLP Relazioni Pubbliche Tel. 02 36 755 700 - fax 02 36 755 703 press@clponline.it
Ufficio stampa Orticola Giovanna de Michelis - Kroma Comunicazione Tel/Fax 02 76113130 - Cell. 335 8202658 giovanna.demichelis@kromacomunicazione.it

martedì 23 ottobre 2012

"Luci d'autunno" a Chieri (Torino)

Luogo della manifestazione: Libreria Mondadori Palazzo Balbiano Piazza Cavour, 3 - Chieri (TO) - tel. 011 6814937 Programma della manifestazione: “Luci d’autunno” Viaggio pittorico attraverso aff ascinanti, ra nati acquerelli e incontro in libreria con Maria Teresa Della Be a, Chicca Morone, Giuseppe Cima, Marco Devecchi e Gianna Tuninetti.

Giovedì 18 ottobre ore 17,30

Maria Teresa Della Be a autrice di " Fiori di Campo", volume tradotto e pubblicato in tutto il mondo, racconterà i nostri ori selvatici eroi silenziosi ogni giorno in guerra con il pericolo d'estinzione.

Domenica 21 ottobre ore 17,30

Chicca Morone presenterà le sue più recenti poesie dedicate al mito: felice ed entusiasmante connubio tra arte pittorica e arte letteraria.

Mercoledì 24 ottobre ore 17,30

Marco Devecchi ci farà vivere, attraverso le sue pubblicazioni la magia delle piante e del paesaggio piemontese in autunno; veri quadri impressionisti

Sabato 27 ottobre ore 16

Gianna Tuninetti racconterà la tecnica dell’acquerello nella ritrattistica botanica

lunedì 15 ottobre 2012

Ortogiardino e Festival dei giardini 2013 - Pordenone

Dopo il successo della prima edizione, in programma alla Fiera di Pordenone dal 2 all’10 marzo 2013 il II° Festival di Giardini di Pordenone Fiere, l’evento della 34^ edizione di Ortogiardino, il più importante Salone dedicato al giardinaggio e alla floricoltura del Nord Est.
Si tratta di una selezione su scala nazionale che ha lo scopo di mettere in risalto e competizione le migliori idee e realizzazioni in tema di piccoli giardini, uno stimolo indirizzato a progettisti e vivaisti per cercare una combinazione vincente di arte e paesaggio, natura e ambiente urbano, piante, fiori e ambiente domestico.
Il tema della seconda edizione del Festival dei Giardini è: "Natura e forme in giardino": la riflessione potrà prendere spunto anche dalla recente pubblicazione “Breve Storia del Giardino” di Gilles Clément che cerca di contemplare un dialogo con il giardino nelle sue forme e geometrie storico-tradizionali che si esplicano poi in elementi che vanno dai recinti alle aiuole, dai muri alle forme architettoniche, e in generale a tutte le forme che nel giardino hanno trovato il loro luogo specifico di attuazione, non da meno le stesse della natura, come alberi, sculture vegetali, siepi topiate fino alla sua libera espressione come natura "selvaggia".
I progetti selezionati dalla giuria saranno realizzati e vistabili lungo un suggestivo percorso all’interno della prossima edizione di Ortogiardino, una manifestazione che affianca, nei 30.000 mq del quartiere fieristico, grandi allestimenti di giardini a stand commerciali legati al tema del giardinaggio e dell’orticoltura. Un format vincente che ha segnato il successo di Ortogiardino, un evento che attira ogni anno più di 70.000 visitatori da tutto il Nordest e da Slovenia e Croazia (12%). Con questa iniziativa Pordenone Fiere vuole far crescere ulteriormente la manifestazione contenitore Ortogiardino e trasformarla in una vetrina delle migliori realizzazioni nell’ambito del verde urbano e domestico e quindi in un imperdibile appuntamento per gestori del verde pubblico e privati cittadini alla ricerca di idee per rinnovare il proprio giardino. Le iscrizioni alla selezione sono fissate entro il 31 dicembre 2012 secondo le modalità del bando. Finalità dell'evento è di individuare idee di assoluta tendenza e novità che sappiano ben interpretare l'intrigante tema proposto nella relazione descrittiva. La consegna degli elaborati è fissata entro il 10 gennaio 2013. Ulteriori informazioni sul sito www.ortogiardinopordenone.it oppure all’indirizzo festivalgiardini@fierapordenone.it

domenica 14 ottobre 2012

ArtVerona

VIII^ edizione di ArtVerona
dal 18 al 22 ottobre 2012 - padiglioni 6/7 - Veronafiere
La manifestazione si è rivelata negli anni apripista rispetto ad alcune iniziative che sono andate a individuare nuove modalità di approccio al mercato, quali: StartingCollection.com, che dal 2008 anticipa sul web opere per investimenti non superiori ai 6000 euro, ritrovate successivamente in fiera; da quest'anno il progetto si evolve dedicando un'intera sezione, ArtVeronaEasyArea, a personali di artisti con opere di tale valore. Independents3, che dal 2010 presenta un network di associazioni, collettivi, realtà no profit solitamente escluse dai contesti istituzionali, accolte in fiera - sotto la curatela di Cristiano Seganfreddo|Fuoribiennale - in quanto fucine di nuove creatività; da quest'anno il progetto si sviluppa, ospitando anche corner dedicati a blog d'arte ed editoria minore. On Stage - I benandanti, il format di ricerca e promozione dell'arte a cura di Andrea Bruciati - rivolto nel 2009 a gallerie, nel 2010 ad artisti, nel 2011 a collezionisti emergenti - che quest'anno invita nove curatori a individuare ciascuno alcuni artisti con cui confrontarsi, in talk programmati, sul tema della curatela e il delicato rapporto tra curatore/artista e committente, nell'attuale sistema dell'arte. Da segnalare anche ArtVeronaYoung, che per la prima volta affianca a laboratori creativi per bambini dai 4 ai 14 anni, gestiti da ASTER, percorsi espositivi alla loro 'altezza', da un'idea di Emma Gravagnuolo e Roberta Lietti. Tra gli appuntamenti promossi in città - con durata di alcuni mesi - tre mostre: Playtime, la rassegna di video arte a cura di Cecilia Freschini, che ha selezionato nove artisti le cui opere sono attraversate dal sottile filo dell'ironia, con videoproiezione in fiera e presso il Centro Audiovisivi - Biblioteca Civica di Verona, dal 12 ottobre al 17 novembre 2012; attraverso questa iniziativa ArtVerona collabora con l'Archivio Regionale di video arte, donando copia delle opere in rassegna a scopi di archivio, studio e consultazione, che in quattro anni sono state quantificate oltre il centinaio. NeoRealismo - La nuova immagine in Italia 1932-1960, la mostra fotografica a cura di Enrica Viganò presso il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri che, dal 29 settembre 2012 al 27 gennaio 2013, va a indagare il ruolo della fotografia nel movimento neorealista, sia rispetto a cinema e letteratura, sia rispetto al momento storico, con una tesi che individua già nel periodo fascista i primi germi. La giusta distanza, una selezione di fotografie di Armen Casnati a cura di Mauro Fiorese presso la Feltrinelli di Verona, dall'8 al 31 ottobre 2012. Altri appuntamenti in programma: MAT/tam, installazione di Raffaella Formenti a cura di Lucio Pozzi e Annarosa Buttarelli, presso lo spazio di sperimentazione artistica Isolo 17, venerdì 19 ottobre dalle ore 18 alle ore 20: perché i MAT/tam sono improvvisi, si sviluppano in due ore, nei luoghi più imprevedibili. Guardandoci Intorno - Start Up, installazioni e mostre in luoghi ed esercizi selezionati della città, a cura dell'Associazione Culturale Contemporanea Verona. TheatreArtVerona, un fitto calendario di appuntamenti tra settembre e ottobre 2012 - di spettacoli per adulti e bambini, performance, installazioni, mostre e incontri - dedicati al dialogo tra teatro e arte, a cura del Teatro Stabile di Verona. E tra i Concorsi, si rinnova ICONA, il riconoscimento alle gallerie in fiera con l'acquisizione di un'opera - individuata da Cristiana Collu, direttrice del Mart di Trento e Rovereto e Paola Marini, direttrice dei Musei Civici di Verona - che diventerà l'immagine della prossima campagna di ArtVerona ed entrerà a fare parte della Collezione del Mart.

mercoledì 3 ottobre 2012

Notizie dal mondo dei fiori: le aste dei fiori in Olanda

La famosa asta dei fiori di Aalsmeer e FloraHolland hanno unito le forze diventando una unica società dal nome FloraHolland. Con questa fusione non esiste altro luogo al mondo che metta all'asta così tanti fiori e piante. Flora Holland comprende sei aste, tre delle quali dedicate all'esportazione (Aalsmeer, Naaldwijk e Rijnsburg) e tre centri regionali (Venlo, Bleiswijk e Eelde). FloraHolland è una cooperativa di circa 6.000 coltivatori che vendono tutti i loro fiori e le loro piante attraverso le famose aste di FloraHolland. La più conosciuta è senza dubbio l’asta dei fiori di Aalsmeer, che si trova a poca distanza dall’aeroporto di Schiphol. Si tratta di un’asta per l’esportazione dei prodotti con una vastissima gamma di fiori e piante. Il centro è conosciuto per le sue sofisticate tecniche di trattamento e assemblaggio, ad esempio dei piccoli bouquet. L’asta di Aalsmeer è inoltre la più grande al mondo; il complesso accoglie infatti commercianti, esportatori e processi per la produzione di piante decorative. I servizi logistici sono perfettamente equipaggiati per trattare velocemente e con efficienza elevate quantità di prodotti. Ma cosa accade esattamente durante un’asta dei fiori? Come fanno le piante e i fiori a raggiungere le loro destinazioni nel mondo? È possibile seguire il percorso dei fasci e dei lotti di fiori presso le aste di Aalsmeer e Naaldwijk. Con € 5,00 è possibile accedere alle aste che aprono i battenti dalle 7:00 fino alle 10..00; si consiglia di presentarsi il prima possibile poiché le aste possono talvolta concludersi nel giro di un’ora, un’ora e mezza. Alcune cifre su FloraHolland Le aste dei fiori generano un volume d’affari giornaliero di 16 milioni di Euro, raggiungendo i 4 miliardi di Euro all’anno. 48 milioni di piante e fiori vengono venduti ogni giorno, per un totale di 12 miliardi di prodotti all’anno. fonte:www.holland.com

giovedì 26 luglio 2012

Mostra di Renoir a Pavia da settembre 2012

Renoir La vie en peinture 15 settembre – 16 dicembre 2012 Pavia, Scuderie del Castello Visconteo
ATTIVITA' CREATIVE per BAMBINI nell'aula didattica della mostra ................................................................................................................ Educational alef, in occasione della mostra "Renoir. La vie en peinture" ospitata alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia fino al 16 dicembre 2012, propone, nelle giornate di sabato e domenica, due attività creative e divertenti per tutti i bambini dai 3 agli 11 anni. > OGGI COLORO IO! Prendi il cavalletto e immagina il tuo paesaggio impressionista! Ai piccoli visitatori sarà fornito un originale kit composto da una valigetta da pittore che si trasforma in una sorta di cavalletto con tanto di tavolozza e un pennello di cartone per poter immaginare e realizzare il proprio paesaggio impressionista proprio come faceva il Maestro francese. > A CAVALLO DELLA FANTASIA! Impugna le redini e cavalca la tua fantasia! Con un pizzico di fantasia i cavalli tornano a ripopolare le Scuderie di Pavia. Visto il grande successo ottenuto in occasione della mostra “Rembrandt. Incidere la luce”, Educational Alef propone nuovamente l'attività creativa “A cavallo della fantasia”. Attraverso semplici materiali come carta, colla, colori e tanta inventiva ogni bambino potrà costruire, personalizzare e portare a casa il proprio cavallino di cartone. Il costo dei laboratori è 7,00 euro a bambino. Le attività non necessitano di prenotazione, si svolgono ogni sabato e domenica negli orari di mostra all'interno dell'aula didattica della mostra senza il controllo dell'operatore. www.scuderiepavia.com
Dal 15 settembre al 16 dicembre 2012 le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospiteranno un'importante retrospettiva dedicata ad uno dei massimi esponenti dell'Impressionismo: Pierre-Auguste Renoir. La mostra “Renoir. La vie en peinture”, promossa dal Comune di Pavia in partnership istituzionale con la Provincia di Pavia, è prodotta e organizzata da Alef – cultural project management e patrocinata dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall'Institut français di Milano. L'esposizione, a cura di Philippe Cros, - attraverso una selezione di dipinti, pastelli e disegni - ripercorrerà la carriera del grande Maestro francese mettendo in evidenza il ruolo dell’artista nella storia dell’arte moderna. Il pubblico avrà la possibilità di ammirare importanti lavori, alcuni dei quali esposti per la prima volta in Italia, provenienti da prestigiose realtà museali internazionali tra cui la National Gallery of Art di Washington, il Columbus Museum of Art (Ohio), il Centre Pompidou di Parigi e il Palais des Beaux Arts di Lille. Durante il suo percorso artistico, durato circa sessant'anni, Renoir realizzò un numero sorprendente di quadri: oltre cinquemila, ovvero l'equivalente delle opere di Manet, Cézanne e Degas messe insieme. Conosciuto dal grande pubblico come uno dei fondatori dell'Impressionismo, in realtà Renoir non può essere considerato un artista totalmente devoto ad un'unica corrente e ad un unico stile ma piuttosto alla rappresentazione e celebrazione della bellezza, elemento costante in tutta la sua produzione artistica. Egli stesso dichiarò infatti: Per me un quadro deve essere una cosa piacevole, allegra e bella, sì bella! Ci sono già troppe cose spiacevoli nella vita che non è il caso di crearne anche delle altre. L'umanità e il calore dei personaggi, i colori vibranti che conferiscono ai suoi paesaggi e alle nature morte una tattilità e sensorialità senza pari, comunicano sentimenti di vitalità e pienezza e connotano il percorso del maestro, al di là delle differenti declinazioni di stile, come quello del pittore della “joie de vivre”. Nel corso del suo periodo impressionista, che va dal 1870 al 1882, Renoir riuscì a contraddistinguersi all'interno della corrente per il ruolo centrale attribuito alla figura umana. Se per gli altri artisti impressionisti il protagonista indiscusso era il paesaggio in cui l'individuo giocava un ruolo decisamente marginale, per Renoir l'aspetto umano diventa invece l'elemento principale dell'opera. Renoir celebrò sempre la bellezza femminile, riferendosi ai maestri rococò e ponendosi come ideale continuatore della tradizione francese dell'Età dei Lumi. Così nei ritratti come Jeune femme au chapeau noir, il volto della ragazza, dipinto con estrema delicatezza, pur sembrando all'apparenza quello di una bambola di porcellana, diviene estremamente umano per la rilassatezza dell'atteggiamento e la carica dello sguardo, quasi come se il momento fosse vissuto come un amichevole tête-à-tête piuttosto che una seduta di posa. Durante la realizzazione dei ritratti Renoir cercava infatti di instaurare un rapporto di complicità con le sue modelle in modo da far emergere la loro natura più intima come in Madame Henriot en costume che raffigura una delle modelle preferite dall'artista. Attraverso uno straordinario gioco di colori riflessi, Renoir riesce a far emergere dalla tela tutta l'innocenza e la fragilità di una donna agli esordi della sua carriera teatrale. Anche in Portrait de Claude Monet, omaggio al collega e amico, Renoir riesce a rendere viva la tela attraverso una serie di piccoli tocchi di colore giustapposti che donano un aspetto vibrante al volto del pittore. Tutta l'intensità della vita emerge poi dai suggestivi paesaggi, alcuni tipicamente impressionisti, come Picking Flowers, in cui è rappresentata una coppia in una bella giornata d'estate: il campo di fiori è reso attraverso un luccichio di tocchi di colori che riescono persino a rendere l'atmosfera quasi polverosa dell'afa estiva. Les collettes (1908) è dedicato invece alla campagna intorno alla bellissima tenuta - una casa colonica del XIX secolo immersa in un bosco centenario e in un aranceto - a Cagne-sur-Mer che il pittore acquistò nel 1907. La separazione sistematica dei toni di colore fa intuire che ci troviamo davanti ad un'opera dell'ultimo periodo artistico di Renoir, dopo l'abbandono della tecnica cromatica impressionista. La presenza costante della figura umana, due donne intente a raccogliere fiori o frutta, conferma di nuovo la centralità del ruolo dell'individuo, quasi come se la natura senza l'individuo perdesse di significato. L'affascinante paesaggio circostante la tenuta di Collettes fu motivo di ispirazione per molte delle sue opere mature, come dimostra anche Paysage de Cagne: la luce violenta del cielo della Provenza inonda un paesaggio perfettamente definito da differenti sfumature di colore. La mostra presenta inoltre una serie di nature morte, genere di pittura che la corrente impressionista rivaluta con un nuovo concetto di sperimentazione di forme e colori. In Natura morta con mele (1905) e Roses, dipinto da Renoir nel 1915 in occasione della morte della moglie - “un mazzo di rose per dimenticare il dolore” - gli oggetti rappresentati sono tutt'altro che immobili o silenziosi ma sembrano quasi animati, dotati di una vita propria. Per tutta la durata dell'esposizione, originali e creative attività didattiche e laboratoriali permetteranno ai più piccoli di entrare in contatto con uno dei più coinvolgenti movimenti della storia dell'arte. Anche gli adulti, attraverso uno speciale programma di visite guidate, potranno indagare l'evoluzione e la varietà della produzione artistica di Renoir. La mostra “Renoir. La vie en peinture” testimonia, ancora una volta, l'impegno del programma di valorizzazione delle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia che dal 2008 Alef- cultural project management ha ideato e portato avanti in collaborazione con il Comune di Pavia e la Provincia di Pavia. Catalogo Silvana Editoriale
Informazioni utili per visitare la mostra
Titolo Renoir La vie en peinture Sede Scuderie del Castello Visconteo di Pavia Viale XI febbraio, 35 27100 Pavia Date 15 settembre – 16 dicembre A cura di Philippe Cros Promossa da Comune di Pavia In partnership istituzionale con Provincia di Pavia Produzione e organizzazione Alef-cultural project management Con il patrocinio di Ambasciata di Francia in Italia Institut français di Milano Sponsor UBI Banca Popolare Commercio & Industria General Computer Artemide Trenord AD Bialetti Industrie – I caffè d’Italia Bialetti Line Bardelli Banqueting Catalogo Silvana Editoriale Orari Dal lunedì al venerdì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 19.00 Giovedì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 21.00 Sabato, domenica e festivi: 10.00 – 13.00 | 14.00 – 19.00 Biglietti Intero: 10,00 euro Ridotto: 8,50 euro (studenti dai 14 ai 18 anni, studenti universitari fino a 26, over 65, gruppi) Ridotto convenzionati: 9,00 euro Ridotto scuole: 5,00 euro (under 13 e gruppi scolastici) Gratuito: bambini sotto 6 anni, giornalisti con tesserino, accompagnatori scolaresche/gruppi, disabili, accompagnatori disabili. Informazioni www.scuderiepavia.com - info@scuderiepavia.com tel +39 02 45496874 tel + 39 0382 538932 -------------------------------------------------------- fonte: Ufficio Stampa Alef – cultural project management Ilaria Bolognesi - ilaria.bolognesi@alefcultural.com Tel : +39 02 45496874 - Fax: +39 02 45496873

mercoledì 18 luglio 2012

Manifestazioni floreali in estate

Olanda

Il Festival delle Rose - 10–13 agosto 2012, Lottum, Limburgo

Il tema di questa edizione è “La rosa unisce le culture”: nulla di più appropriato visto che il 2012 è anche l’anno di Floriade, il cui spazio espositivo si trova ad appena 10 km di distanza da Floriade.
Durante il festival , vale la pena visitare la suggestiva piazza della cittadina e la chiesa, magistralmente decorata con le rose. Camminare lungo la romantica Kasteellaan costeggiata dai mosaici di rose fino al castello De Borggraaf. Un percorso di circa 3 km conduce verso il fiume Mosa, e uno splendido campo sarà interamente rivestito di rose. Milioni di boccioli di rosa e decine di migliaia di rose recise compongono giardini, decorano splendidamente oggetti e riempiono vasi sparsi per la cittadina. Durante il festival si può assistere a dimostrazioni floreali, ascoltare musica e guardare film. La sera tutte le creazioni floreali vengono illuminate, rendendo atmosfera ancora più suggestiva.
Il “Rozenfestival” si terrà venerdì 10 agosto dalle 17:00 alle 23:00, e sabato 11, domenica 12 e lunedì 13 agosto dalle 10:00 alle 23:00.

martedì 17 luglio 2012

Dedicato agli alberi


ALBERO
Un albero è
frescura e riposo
per chi viaggia,
speranza e vita
per chi affronta il mondo,
porto ed oasi sicura
per chi torna.
Un albero è
per sempre amico e amante,
padre e figlio di chi l’accudisce,
mormora e ascolta
senza mai stancarsi,
pronto a donarsi con amore vero.
(Poesia di Gabriella Nasi)

sabato 30 giugno 2012

Parata Floreale Notturna a Kuala Lumpur in Malesia dal 30 giugno all ' 8 luglio 2012


Al VIA LA SECONDA EDIZIONE
DI “1MALAYSIA INTERNATIONAL NIGHT FLORAL PARADE”

Si svolgerà dal 30 giugno all’8 luglio a Putrajaya
la sfilata floreale più luminosa della Malesia


 Si svolgerà dal 30 giugno all’8 luglio la seconda edizione della sfilata floreale “1Malaysia International Tourism Night Floral Parade” che si terrà in concomitanza dell’evento “Putrajaya Floria 2012” che tradizionalmente anima ogni anno la cittadina malese a sud della capitale Kuala Lumpur. 

Circa un milione di persone parteciperanno a questo evento internazionale che vedrà sfilare – per nove serate consecutive, nel lago artificiale di Putrajaya – 15 barche illuminate e decorate a rappresentare le icone popolari del turismo malese e non solo, prima di gettare le loro ancore e mostrarsi in tutto il loro splendore. Il tema della sfilata è “Magic of the night”, la magia della notte.

Durante la manifestazione, le barche che parteciperanno alla sfilata concorreranno all’assegnazione di 4 premi, rispettivamente nelle categorie: Overall Best Boat (la migliore), Most Creative Boat (la più creativa), Best Lighted Boat (la più luminosa) e Most Popular Boat (la più popolare). Tra le  barche parteciperà anche quella dell’Ente del Turismo con a bordo il Ministro del Turismo  della Malesia che aprirà la sfilata. Come ospiti stranieri parteciperà il Kenya e Suzhou – città della Cina. Le serate verranno animate da concorsi fotografici, spettacoli pirotecnici, musical, performance di gruppi culturali e concerti.

Il Festival Floreale di Putrajaya – PUTRAJAYA FLORIA 2012 – che ospita la regata, è la prima mostra a cielo aperto di fiori e piante a cui partecipano ogni anno i rappresentanti dell’industria, nazionale e internazionale, dell’orticoltura. Il tema di questa esposizione, “Bougainvillea – Enduring Beauty”, è un omaggio all’intramontabile bellezza di questa pianta rampicante tropicale molto diffusa nei paesi esotici e in Malesia e vedrà protagoniste le più grandi collezioni di Bougainvillea in piena fioritura con mostre a tema in giardini all'aperto.

Per ulteriori informazioni:
www.turismomalesia.it 
La Malesia è anche su Facebook


Ufficio stampa Ente del Turismo della Malesia
Ketchum P.R.
Sara Gatti – tel. 02 624119.23 – sara.gatti@ketchum.it
Nadia Lauria – tel. 02 624119.76 – nadia.lauria@pleon.com

venerdì 25 maggio 2012

Venaria Flo reale La rosa nell'arte e nel progetto del giardino


Reggia di Venaria Reale (Torino) domenica 27 maggio 2012
 In occasione del convegno verranno esposte opere della mostra "l'Anima della Rosa" della pittrice Gianna Tuninetti.

lunedì 14 maggio 2012

YACHT e GARDEN 2013 mostra floreale al Marina di Genova Aeroporto




Sabato 18 e domenica 19 maggio 2013

Dopo il crescente successo delle edizioni precedenti, il polo nautico di Genova torna a trasformarsi in un meraviglioso giardino con le più belle e insolite essenze della flora mediterranea presentate da espositori selezionati.

Arrivata alla sesta edizione, Yacht & Garden, la mostra mercato dedicata al giardino mediterraneo, è diventata tra gli appuntamenti nazionali più importanti e attesi del settore. 
Sabato 18 e Domenica 19 maggio 2013, dalle 10 alle 19, un centinaio di espositori da tutta Italia porteranno a Genova, nella splendida cornice di Marina Genova Aeroporto*, le loro proposte per gli appassionati di giardinaggio. 
L’ingresso al pubblico è gratuito. Passeggiando tra moli e banchine sarà possibile ammirare e acquistare piante annuali, biennali e perenni fiorite, alberi e arbusti da bacca, piante cactacee e succulente, piante aromatiche e officinali, piante da frutto e da orto, agrumi e piccoli frutti, senza dimenticare particolarità come frutti antichi o sementi rare. Sul tema del verde e del giardino, inoltre, Yacht & Garden proporrà oggetti di antiquariato da interni ed esterni, vasi e cesteria, tessuti e decorazioni, borse e cappelli, gioielleria e bigiotteria, dipinti e stampe, libri e riviste, mieli e sciroppi, profumi e prodotti di bellezza naturali.


Passeggiando tra moli e banchine sarà possibile ammirare e acquistare piante annuali, biennali e perenni fiorite, alberi e arbusti da bacca, piante cactacee e succulente, piante aromatiche e officinali, piante da frutto e da orto, agrumi e piccoli frutti, senza dimenticare particolarità come frutti antichi o sementi rare.
Sul tema del verde e del giardino, inoltre, Yacht & Garden proporrà oggetti di antiquariato da interni ed esterni, vasi e cesteria, tessuti e decorazioni, borse e cappelli, gioielleria e bigiotteria, dipinti e stampe, libri e riviste, mieli e sciroppi, profumi e prodotti di bellezza naturali.



La sera, il borgo marinaro di Marina Genova Aeroporto si animerà con musica all’aperto per accompagnare l’aperitivo, servito sul molo.
All’ora di cena, i visitatori potranno scegliere le prelibatezze del MarinaPlace Restaurant, l’elegante locale affacciato sulla darsena centrale del porto, e le numerose proposte gastronomiche degli altri locali del polo nautico: Beercorner, New JClass Caffè, Goods, MarinaPlace Café, RCiarapica, Rossopomodoro, Sapori di Sori.
Chi desidera cogliere l’occasione per unire la visita a Yacht & Garden ad un weekend a Genova, può soggiornare nel raffinato ed elegante MarinaPlace, il boutique hotel, arredato con dettagli di stile e materiali caldi e naturali, che offre camere o suite con balcone privato affacciato sul mare e camere Wellness SPA, con bagno turco privato.
Oppure, per sentirsi armatori per una notte, l’originale formula Boat & Breakfast, invita a dormire nella cabina armatoriale di alcuni dei più belli yacht ormeggiati al Marina Genova Aeroporto e ad assaporare, l’indomani, una ricca colazione servita dagli uomini dell’equipaggio.

INFORMAZIONI UTILI
Yacht & Garden
mostra-mercato di fiori e piante del Giardino Mediterraneo

Marina Genova Aeroporto
Via Pionieri e Aviatori d’Italia - 16154 Genova
Il parcheggio e l’ingresso alla manifestazione sono gratuiti.
Marina Genova Aeroporto è lieta di offrire gratuitamente
al pubblico di Yacht & Garden anche la partecipazione
a tutte le iniziative in programma.
Alcune attività sono necessariamente a numero chiuso:
è dunque gradita una prenotazione
(Tel. 010 60.91.593; eventi@marinagenova.it)


info: www.yachtandgarden.it
…………………………………………………………………………………………………………

mercoledì 9 maggio 2012

Orticolario a Cernobbio: concorso cortometraggi a tema botanico





ORTICOLARIO
Quarta edizione
Villa Erba, Cernobbio (Como)
5-7 ottobre 2012
PER UN GIARDINAGGIO EVOLUTO.
EMOZIONI SONORE
IL PRIMO “FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO BOTANICO”
Orticolario lancia il primo Festival internazionale del cortometraggio botanico: fino al 30 luglio sarà possibile inviare cortometraggi della durata massima di 8 minuti che – con un approccio emozionale, scientifico, avventuroso o filosofico – vadano alla scoperta e alla ricerca di una delle specie di orchidee spontanee dell’area europea.
Il tema di questa prima edizione del Festival è infatti “Scoperta dell’orchidea spontanea in Europa”. Le opere selezionate saranno presentate nel corso della quarta edizione di Orticolario, che si terrà a Villa Erba a Cernobbio (CO) dal 5 al 7 ottobre.
Al vincitore del Festival – decretato da una Giuria composta da esperti del settore cinematografico, audio-visivo e botanico – verrà assegnato un premio del valore di €3.000. Verranno inoltre assegnate due menzioni speciali per l'opera con “Miglior suono e musica” e “Particolarità dell'Orchidea spontanea rinvenuta”.
Di assoluta importanza al fine di ottenere una valutazione positiva dell'opera sarà l'effettivo ritrovamento, documentato nel cortometraggio, di una delle oltre 300 specie di Orchidee Spontanee su territorio Europeo.
Il Festival è organizzato in collaborazione con OLO Creative Farm.
Per informazioni sul Festival: tel. +39.0313100851– e-mail info@olocreativefarm.com
Per scaricare il Regolamento:
Per scaricare la scheda di iscrizione:
Per informazioni su Orticolario:
Orticolario è anche su Facebook http://www.facebook.com/Orticolario
Ufficio stampa:
Ellecistudio Como. Tel. +39.031.301037
Paola Carlotti 335.7059871 - Chiara Lupano 335.7835403
ufficiostampa@orticolario.it

martedì 1 maggio 2012

L'anima della rosa mostra di pittura a Torino

Maggio, mese dedicato alle rose. La rosa è già di per se' un fiore antico, affascinante e misterioso, quando poi le rose diventano soggetto di dipinti la magia è ancora più intensa.
A Torino, il 5 maggio 2012 Galleria d'Arte l'Ariete via Bava 4, si inaugura dalle 17 alle 20 la mostra "L' anima della rosa" della pittrice Gianna Tuninetti.
L'Evento sarà preceduto il 2 maggio da una conferenza sul simbolismo del fiore a cura di Chicca Mo rone e Ilaria Gallinaro alle ore 18 presso il Centro Pannunzio Via Maria Vittoria 35h.

Per informazioni contattate la pittrice floreale Gianna Tuninetti all'indirizzo: gianna.tuninetti@alice.it
oppure visitate il suo sito http://giannatuninetti.it

venerdì 20 aprile 2012

Floracult: evento "cult" di primavera a Roma

Quando: Roma, 27-28-29 aprile 2012 10.00-19.00 Dove: I Casali del Pino - Via Giacomo Andreassi n. 30 (La Storta, Via Cassia km 15)
Dal 27 al 29 aprile 2012 torna a Roma per il terzo anno FloraCult, mostra mercato di florovivaismo amatoriale, ideata da Antonella Fornai, esperta paesaggista giardiniera, e da Ilaria Venturini Fendi, green designer ed imprenditrice agricola. Anche quest’anno un programma fitto di eventi, conferenze e incontri che offrono spunti per dar voce sempre di più alla natura. Diversi edifici del borgo saranno finalmente fruibili dopo un’attenta ristrutturazione conservativa ed ecosostenibile, offrendo la possibilità di un percorso dentro I Casali del Pino e nell’affascinante area paesaggistica ed archeologica del Parco di Veio. Nelle intenzioni della sua fondatrice, l'azienda agricola, da anni convertita al biologico è destinata a diventare un vero e proprio laboratorio di idee che offre l'occasione per stimolare e diffondere sempre più la passione del verde. Tre giorni di immersione totale nella cultura della natura saranno un’opportunità di aggregazione e condivisione per gli appassionati, ma anche di curiosità per chi si avvicina da non esperto alle piante e al mondo dell’ecologia sostenibile.
Tema di questa edizione l’acqua: esperti ci insegneranno a realizzare uno stagno o per chi ha piccoli spazi come un terrazzo a creare uno specchio d’acqua, mentre allo stesso tempo l’associazione Eugea ci spiegherà il modo di affrontare il problema delle zanzare in modo naturale. Alcuni espositori ci mostreranno come creare giardini consumando poca acqua, con piante adatte a luoghi siccitosi che assicurano il successo con una manutenzione minima. Capiremo che cos’è e come si fa la fitodepurazione, che serve a rendere l’acqua pulita con le piante. Marina Cogotti, Direttrice di Villa d’Este di Tivoli, parlerà dell’acqua come spettacolo, narrando la storia del primo “giardino delle meraviglie” in cui l’acqua è la protagonista di un percorso multisensoriale. Studiomobile presenterà l’installazione Re-watering Nature, un sistema semplice di coltivazione indoor, basato sul riutilizzo dell’acqua grazie alla tecnologia idroponica. FloraCult ospiterà inoltre il XVI Congresso Nazionale dei Cactus, organizzato dall’associazione internazionale Cactus&Co. Tra acqua e terra La stanza degli anfibi e dei rettili, animali timidi ed utilissimi nei nostri giardini, spesso sull'orlo dell'estinzione per la quasi totale distruzione del loro habitat da parte dell'uomo, si potrà ammirare uno degli ultimi pesci polmonati che indicano il passaggio dall'acqua alla terraferma, e poi coloratissime rane e rospi … fino ad arrivare a sauri e serpenti che sarà possibile toccare.

La mostra: piante in esposizione

Con oltre 100 vivaisti provenienti da tutta Italia non mancheranno piante insolite (ad es. il Sapindus Mukorossi, l’albero del sapone originario dell’India) la più ricca collezione di piante erbacee del vivaio Priola, fiori rari (come l’ antichissima rosa cinese, Tian Nu Guang dal profumo di tè immortalata in vari ritratti risalenti alla Dinastia Ming, presentata dal vivaio S’Orrosa l’unico ad averla in Italia), o splendide rose inglesi, centifolia, lillipuziane etc. ed alcuni esemplari inediti di Rose Barni, come la Barbara Streisand e la Belle Epoque, alberi da frutta e numerose aromatiche, come il timo al limone e quello all’arancio, la menta marocchina, i capperi Iblei, tutte piante provenienti dalla Sicilia, e inoltre arredi da giardino e libri. In programma anche conferenze e incontri con personaggi ed esperti del mondo del verde, lezioni gratuite di giardinaggio offerte dalla Camera di Commercio di Roma e consulenze di Elvira Imbellone e dell’Associazione ADIPA. Molte le presentazioni di libri tra gli altri: Vivaio delle Commande, Peonie, con un’introduzione di Paolo Pejrone, presentato da Giuppi Pietromarchi e Mario Margheriti, e Uno sport chiamato giardinaggio, presentato dall’autore, il medico-inventore Antonio Dal Monte, insieme a Serena Dandini.

L'angolo Bio

EcorNaturasì sarà presente con un negozio bio dove si potrà fare la spesa durante i tre giorni della manifestazione. Con gli Orti della Mandola si potrà affittare il terreno per fare un orto nella campagna romana e riscoprire il contatto diretto con la terra assaporandone i frutti. Sarà presentata in questa edizione di FloraCult anche Axis, un’installazione site-specific di Mariagrazia Pontorno, che ha per oggetto una antica Sughera situata sul territorio dei Casali del Pino.

Visite guidate al Parco di Veio

E’ stato ampliato inoltre lo spazio dedicato alla cultura ambientale e ad associazioni e istituzioni che si occupano di sostenibilità e di progetti sociali. Il collettivo teatrale Voci nel Deserto presenterà Incursioni eco-sostenibili, performance di testi e musiche in cui si parlerà di ecologia, mentre il Parco di Veio, in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana, organizzerà visite guidate tra archeologia e natura, accompagnate da letture di autori classici. Il Parco di Veio, (uno degli enti patrocinatori della mostra) presenterà inoltre attraverso l’intervento del Commissario Straordinario Massimo Pezzella il protocollo d’intesa Il Parco di Veio: Natura, Archeologia e Tradizioni popolari come terapia, un accordo nato tra il Parco e gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma, per offrire gratuitamente ai pazienti dei reparti oncologici, ai loro familiari e al personale che li segue nelle terapie, un programma di visite guidate nel Parco, allo scopo di migliorarne la qualità della vita. Saranno presenti inoltre AIDOS (Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo), organizzazione non governativa che si occupa di diritti umani delle donne e ambiente nei paesi in via di sviluppo e, per la prima volta, OXFAM Italia con la sua campagna Coltiva, volta a promuovere un sistema che renda il cibo, la vita e il pianeta più equi e sostenibili investendo sui piccoli agricoltori e la Fondazioni Umberto Veronesi, che sostiene la ricerca ed è impegnata nell’ambito della divulgazione scientifica.

Informazioni utili sulla manifestazione

Orario di apertura al pubblico: dalle 10.00 alle 19.00. Servizio di ristorazione Navetta elettrica gratuita dalla stazione di Roma La Storta sabato 28 e domenica 29 aprile dalle 10.00 alle 19.00. Ampio parcheggio gratuito Costo del biglietto: intero € 8,00; gratuito bambini da 0 a 6 anni; ridotto € 5,00 da 6 a 12 anni Contatti: telefono: +39 345 9356761 www.floracult.com

PROGRAMMA 2012

Venerdì 27 aprile ore 11.00 Vivaio delle Commande, Peonie, la storia di una bellissima famiglia che ha fatto della coltivazione delle peonie una scelta di vita. Tradizione, cultura e stile danno un respiro profondo a tutto il libro a cui la sapiente introduzione di Paolo Pejrone aggiunge osservazioni interessanti e consigli preziosi. Giuppi Pietromarchi e Mario Margheriti, l’una e l’altro espressione del mondo del giardino italiano, racconteranno le loro esperienze con le peonie.
Venerdì 27 aprile ore 12.30 Marina Cogotti, L’acqua come spettacolo, Architetto, Direttore di Villa d’Este ci parla dell’acqua delle 51 fontane e dei ninfei del primo “giardino delle meraviglie” della storia. Acqua come gioco di musica e movimento legata alla scultura e al bosco in un fantastico percorso simbolico.
Venerdì 27 aprile ore 15.00 Alberto Abruzzese e Valentina Tanni incontrano Mariagrazia Pontorno, Axis. Un’opera site-specific realizzata per FloraCult, costituita da un video animazione 3D, quattro stampe e una grande immagine. I lavori, installati in diversi ambienti, declinano la visione di una Sughera presente a poche decine di metri dal luogo dell’esposizione all’interno dei Casali del Pino, di fronte ad un arco etrusco non lontano da una fonte romana. La sughera è essa stessa un monumento, testimone muto della storia. La corteccia è un intero paesaggio, e il tronco è l’asse del mondo.
Venerdì 27 aprile ore 17.00 Incursioni eco-sostenibili di Voci nel Deserto: un’idea di teatro civile costruita sulla raccolta collettiva di ‘frammenti di memoria’, riproposti come insospettabili spunti di riflessione su temi di grande attualità. La forza dei testi e le suggestioni emotive della performance aprono nuovi canali d’ascolto, aiutando a decifrare un presente che evidentemente affonda le radici negli errori del passato e si protende verso un futuro sempre troppo prevedibile. Le Voci oggi parlano di ecologia, con l’intento di tracciare un nuovo sentiero a basso impatto ambientale.
Sabato 28 aprile ore 10.30 Massimo Pezzella, Il Parco di Veio: Natura, Archeologia e Tradizioni popolari come terapia, il Commissario Straordinario del Parco di Veio presenterà il protocollo d’intesa tra il Parco e gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma. Un accordo nato per offrire gratuitamente ai pazienti dei reparti oncologici, ai loro familiari e al personale che li segue nelle terapie, un programma di visite guidate nel Parco e contribuire in tal modo a migliorarne la qualità della vita.
Sabato 28 aprile ore 11.30 Livio de Santoli (Professore ordinario di Fisica Tecnica Ambientale, Università di Roma La Sapienza), Domenico Straface (architetto), Pietro Dottor (Presidente di Dottor Group) parlano di bio architettura ai Casali del Pino, di strategie di risparmio, efficienza energetica e del ricorso a fonti rinnovabili. Il tema dell’ecologia prevede, la qualità sociale del vivere, il senso di appartenenza al luogo e la salvaguardia dell’ambiente. In questa direzione si sviluppa il progetto di ristrutturazione conservativa degli edifici della tenuta “I Casali del Pino”.
Sabato 28 aprile ore 12.30 Elvira Imbellone, Le piante australiane, poca acqua e grande facilità di coltivazione nei nostri giardini. L’esperienza di una viaggiatrice appassionata che ha cercato le piante nei loro luoghi di origine.
Sabato 28 aprile ore 15.30 Federico Fazzuoli incontra Fabio Brescacin, Agricoltura e alimenti hanno un futuro? Il Presidente di EcorNaturasì Spa tratterà il tema, su come può svilupparsi un’agricoltura del futuro, il ruolo dei consumatori, della formazione, della ricerca, della finanza. Agricoltura non è solo alimentazione e cura della propria corporeità, è prima di tutto cura della Terra e ambito formativo.
Sabato 28 aprile ore 16.30 Carlo Mascioli, patologo degli alberi, L’albero in città e in campagna, corretta gestione e cattive abitudini, breve seminario per conoscere e diffondere la cultura degli alberi che oggi, in gran parte d’Italia, si sta progressivamente perdendo.
Domenica 29 aprile ore 10.30 Marco Baudino e Paolo Sambo, Un esempio di terza rivoluzione industriale il fiore, fonte di energia e di vita, i relatori dimostrano come da una coltivazione biologica in vaso naturale si può entrare in un circuito completamente sostenibile, in ogni sua fase e processo, attingendo energia dagli stessi scarti di coltivazione attraverso la tecnologia del “nuovo” biogas, ricavato da soli scarti organici.
Domenica 29 aprile ore 11.30 Isabella Dalla Ragione, Archeologia Arborea dal Campo alla Fondazione. Il racconto dell'esperienza e degli obiettivi della futura Fondazione. Domenica 29 aprile ore 12.30 Antonio Dal Monte, Uno sport chiamato giardinaggio, il libro di un medico-inventore presentato insieme a Serena Dandini convinta giardiniera.

CORSI E VISITE GUIDATE

Venerdì 27 aprile ore 16.00 Renato Pavia, cura e manutenzione delle piante da interno, terrà una lezione su questo tema per conto della Camera di Commercio di Roma.
Sabato 28 aprile ore 11.00 Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana. Il Parco di Veio, in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana, organizza visite guidate alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici.
Sabato 28 aprile ore 11.00 Renato Pavia, per conto della Camera di Commercio di Roma, terrà una lezione dal titolo “frutteto e l’orto familiare in terrazzo ed in giardino”.
Sabato 28 aprile ore 15.00 Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana. Il Parco di Veio, in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana organizza visite guidate alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici.
Sabato 28 aprile ore 16.00 Renato Pavia, per conto della Camera di Commercio di Roma, terrà una lezione sulla potatura delle piante da frutto e ornamentali.
Domenica 29 aprile ore 10.30 Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana. Il Parco di Veio, in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana organizza visite guidate alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici.
Domenica 29 aprile Ore 11.00 Renato Pavia, moltiplicazione e riproduzione delle piante, terrà una lezione su questo tema per conto della Camera di Commercio di Roma.
Domenica 29 aprile ore 15.00 Campagna Romana Tra Roma e Veio: la Sibilla dell’antica Via Veientana. Il Parco di Veio, in collaborazione con il Consorzio Campagna Romana organizza visite guidate alla scoperta della tenuta I Casali del Pino tra archeologia e natura accompagnate da letture di autori classici.

mercoledì 18 aprile 2012

Notizie informazioni per ...spedire fiori in Italia e nel Mondo

Spedire fiori in Italia dall’estero

Se vivi all’estero o ti trovi altrove per lavoro o per studio ti sarà sicuramente capitato di doverti far sentire vicino a qualcuno in qualche occasione particolare senza la possibilità di farlo di persona. Un gesto simbolico e sempre molto gradito è quello di regalare fiori e la distanza in questo caso non conta. Spedire fiori a domicilio , ovunque ci si trovi nel mondo è diventato infatti estremamente semplice ed anche economico grazie ai vari servizi di vendita di fiori online che si trovano su Internet. Si tratta di intermediari specializzati nel raccogliere, gestire e trasmettere gli estremi dell’ordine alla propria rete di fioristi locali affiliati, la consegna a domicilio dei fiori in Italia viene poi affidata al fiorista più vicino alla destinazione e sarà quest’ultimo ad occuparsi della composizione del mazzo di fiori e del relativo recapito. Questo sistema assicura costi contenuti e tempi di consegna molto rapidi a beneficio della freschezza dei fiori che vorrai regalare.

Inviare fiori in Italia… dall’Italia

Se invece ti trovi in Italia e vuoi spedire fiori a domicilio in Italia in un’altra città oppure alla fidanzata che abita dietro l’angolo per farle una sorpresa, il discorso è sempre più o meno lo stesso: online puoi scegliere tra tantissimi tipi di fiori, consultare i consigli per selezionare quelli più adatti all’occasione, aggiungere eventuali oggetti di accompagnamento come un vaso nonché l’immancabile bigliettino e il gioco è fatto: con pochi click sarai in grado di confermare la tua spedizione di fiori in Italia (ma anche in ogni altra parte del mondo) evitando il rischio di far arrivare il tuo messaggio in ritardo. Così come un po’ in tutte le parti del mondo, gli avvenimenti a cui viene tradizionalmente associato il regalo di un mazzo di fiori anche in Italia sono soggetti a regole abbastanza precise, il galateo così come la tradizione e il cosiddetto linguaggio dei fiori impongo infatti una scelta oculata dei fiori in base al significato che rappresentano e al messaggio simbolico che ne deriva. Ad esempio per un battesimo i fiori saranno sempre bianchi, simbolo di purezza, per un matrimonio i colori di riferimento rimangono il bianco o il rosa chiaro, fondamentale diventa in questo caso il tempismo dato che i fiori andrebbero inviati agli sposi il giorno prima del matrimonio. Per una dichiarazione d’amore il consiglio è un mazzo di tulipani rossi, se invece l’amore è già sbocciato si sa che inviare un mazzo di rose rosse in Italia, così come in tutto il mondo occidentale, è un classico di sempre.

domenica 15 aprile 2012

Festa delle rose a Venaria Reale 18 - 19 maggio 2013

La Festa delle Rose rappresenta la più importante manifestazione della Città di Venaria Reale, un evento fieristico dedicato alle rose e alle arti floreali. Quest’anno la manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale di Venaria Reale e della Fondazione Via Maestra con la collaborazione della Reggia di Venaria e del Parco la Mandria, compirà 10 anni. Il 18 e 19 maggio 2013  la spettacolare cornice del centro Storico di Venaria Reale sarà invasa da una vasta gamma di espositori florovivaisti di qualità, italiani e internazionali, accuratamente scelti per esporre le loro collezioni: troverete rose rare ed originali, alberi e arbusti per giardino, piante annuali, pregiate varietà di orchidee e molte altre categorie: piante aromatiche officinali, piante cactacee e succulente, agrumi, piante da frutta.. Tra le novità di quest’anno: arredi e design da esterni, attrezzatura da giardino ed artigianato artistico locale. E inoltre non potrà mancare l’area enogastronomica ricca di prodotti tipici del territorio. Nel cuore di Venaria Reale, due giorni di immersione in un mondo di profumi e colori, con un intenso programma di attività culturali quali workshop e laboratori dedicati ai fiori, incontri con autori, degustazioni, spettacoli e itinerari naturalisti nell’adiacente Parco della Mandria. Per ulteriori informazioni sarà possibile telefonare dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 al n° 011 42 41 124 oppure consultare il sito www.festadellerose.it

mercoledì 4 aprile 2012

Auguri di Buona Pasqua

Buona Pasqua a tutti
Visitate la nostra pagina dedicata alla Pasqua Auguri cari a tutti voi che visitate le nostre pagine e alle vostre famiglie. Dillo con un fiore

martedì 27 marzo 2012

"ORTI e HORTI" - Fiera Primaverile per l'Orto Amatoriale a Lastra a Signa (Firenze)

L’associazione “L’Ape Latina” in collaborazione con i Vivai Belfiore sono lieti di presentare "ORTI e HORTI" - Fiera Primaverile per l'Orto Amatoriale che si terrà il 13-14-15 Aprile 2012 nella particolare cornice del Parco Vivai Belfiore, a Lastra a Signa (FI). La manifestazione, giunta alla IV edizione, si ripropone lo scopo di approfondire e promuovere la cultura e coltura dell’orto, mettendo in mostra ed in vendita collezioni di piante da orto antiche e rare, sementi di ortaggi locali e dimenticati, collezioni di piante officinali, aromatiche e varietà selvatiche commestibili, grani antichi, legumi in tantissime varietà provenienti da molti paesi europei, senza dimenticare i frutti antichi in numerose collezioni, sempre presenti negli orti antichi e contemporanei. Produttori, collezionisti e associazioni da tutta Italia porteranno i loro prodotti in mostra e in vendita (piantine, semi, materiale didattico e divulgativo, ortaggi e legumi freschi e secchi). Saranno trattate esaurientemente filosofie e tecniche di coltivazione e di concimazione, approfondendo in particolar modo l’utilizzo e le corrette modalità di produzione del compost. Inoltre presenteremo esempi di orto sinergico e di hortus conclusus realizzati per l’occasione all’interno della manifestazione a fini didattici e dimostrativi; affronteremo poi le principali tematiche riguardanti l’orto biodinamico, l’orto biologico e l’orto naturale, mettendo in evidenza l’interessantissimo aspetto sociale e formativo che svolge l’iniziativa della coltivazione dell’orto nei vari ambiti della collettività: orti didattici nelle scuole, orti sociali per disabili e anziani, orti come metodo di recupero di terreni abbandonati ed incolti. L’orto quindi come mezzo di socializzazione, apprendimento ed anche di comunicazione: un interessante quanto originale laboratorio ci permetterà infatti di imparare ad ascoltare le “voci” delle diverse piante. Come sempre tutti i giorni avranno luogo numerosi e divertenti laboratori per adulti e bambini; incontri e conferenze con i più esperti personaggi del settore. Saranno illustrati i prodotti più importanti per la difesa e la concimazione naturale dell’orto con particolare riferimento alla lotta integrata. Non mancheranno le tipicità regionali tra le più interessanti provenienti da tutta Italia. 13-14-15 Aprile 2012 Parco Vivai Belfiore - Lastra a Signa - Firenze

PROGRAMMA CONFERENZE E INCONTRI


VENERDI’ 13 APRILE
Ore 10.00: apertura mostra mercato Ore 11.00: Conferenza: “Perchè un orto” Relatore: Paesaggista Florinda Petrella - Cooperativa Sociale Le Rose Ore 15.00 Conferenza: "Erba della Madonna: rimedio medico-chirurgico casalingo" Relatore: Dott. Sergio Balatri - Associazione S. Giovanni di Dio centro diurno della salute mentale Q4 “Il Bruco” Ore 16.30 Conferenza: “La difesa naturale da funghi, insetti terricoli, topi, talpe e lumache” Relatore: Luigi Pellegrini - ditta Agrisan SABATO 14 APRILE
Ore 10.00: Apertura mostra mercato Ore 10.30: Visita guidata al Parco Vivaio Ore 11.30: Conferenza: “Orto grosso e Tavola fina: ricette tipiche contadine” - con assaggio Relatore: Fabrizia Bigoni - dietista Ore 15.30 Conferenza: “La Salvia: una compagna aromatica per ogni stagione” Relatore: Marco Licheri - vivaio Le Essenze di Lea Ore 16.30: Conferenza: "Le Piante comunicano: da Avatar alle scoperte scientifiche" a cura dell’Associazione Damanhur Firenze DOMENICA 15 APRILE
Ore 10.00: apertura mostra mercato Ore 10.30: Visita guidata al Parco Vivaio Ore 11.30: Conferenza: “Compostaggio domestico: principi, metodi e tecniche” Relatore: dott. Giuseppe Pandolfi - Legambiente Chianti Ore 15.30: Presentazione del libro: “Architettura produttiva: principi di progettazione ecologica” - Maggioli Editore a cura di: Maria Luisa Palumbo - critico di Architettura dott. Stefano Pissi - Agronomo - Associazione Culturale Gli Ortisti Ore 16.30: Conferenza: “Nobili Scorpacciate Vegan - Colori e Sapori di frutta e verdura nella cucina etica” Relatore: Renata Balducci - coordinatrice Veganfest
LABORATORI DIDATTICI PER BAMBINI
SABATO 14 APRILE
10.30 - 12.30: “Semina con palline d'argilla” a cura di Francesca Zannoni - Cooperativa Sociale Le Rose 10.30 - 17.30: “Amiche Piante: ascoltiamo la loro voce attraverso la musica” Presso lo stand dell’associazione Damanhur Firenze 10.30 - 17.30: “Missione Terra per Ortisti in Erba” seminario all’aperto per imparare a preparare un substrato adatto alla coltivazione di esseri viventi vegetali. a cura del dott. Stefano Pissi - Agronomo Associazione Culturale “Gli Ortisti” 10.00 - 17.30: “Arte nell’orto” a cura di Clowncare m'illumino d'immenso onlus 15.00 - 17.30: “Musica e Semi” A cura di Emmanuele Carabot e Eleonora Boscolo - Cooperativa sociale Le Rose
DOMENICA 15 APRILE
10.30 - 17.30: “Amiche Piante: ascoltiamo la loro voce attraverso la musica” Presso lo stand dell’associazione Damanhur Firenze 10.30 - 17.30: “Missione Terra per Ortisti in Erba” seminario all’aperto per imparare a preparare un substrato adatto alla coltivazione di esseri viventi vegetali a cura del dott. Stefano Pissi - Agronomo Associazione Culturale Gli Ortisti 10.00 - 17.30: “Arte nell’orto” a cura di Clowncare m'illumino d'immenso onlus 10.30 - 17.30: “Distillazione di erbe aromatiche” a cura di Lidia Cammarata e Serena Schweinfurth - Associazione La Città Bambina
ALLESTIMENTI E REALIZZAZIONI per tutta la durata della manifestazione
“SENS_azioni - le piante aromatiche attraverso 6 sensi” alle ore 16.00 di sabato e domenica degustazione. realizzato da Progetto forchetta3punte
“Orto Sinergico” sabato e domenica con assistenza didattica realizzato da Linda Santucci - Associazione Pacciamama
“Orto Formale” esempio di orto classico all’italiana - allestimento fisso realizzato dall’Associazione l’Ape Latina
“Il Mio Orto Verticale” sistema di coltivazione di vegetali sfruttando dei particolari contenitori che si sviluppano verticalmente. realizzato dall’ Associazione Culturale Gli Ortisti

Informazioni utili

Punto ristoro all’interno del parco aperto per tutta la durata della manifestazione. Ingresso € 4,00 dalle 10 alle 18 di tutti i giorni. Segreteria ORTI e HORTI Ubicazione: Info e Contatti: Parco Vivai Belfiore tel.\fax 0558724166 via di Valle, loc. S. Ilario tel. 3283847235 - tel. 3475900869 Lastra a Signa – Firenze e-mail: info@ortiehorti.it Web: www.ortiehorti.it

lunedì 26 marzo 2012

Arazzinvista all'Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino

ARAZZINVISTA alla CERVARA – Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino
SABATO 21 E DOMENICA 22 APRILE 2012
XIV Settimana della Cultura In occasione della XIV edizione della settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sabato 21 e domenica 22 aprile, la Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino, aprirà al pubblico con l'iniziativa "Arazzinvista": presentazione del restauro degli arazzi della Cervara appena recuperati e visita agli splendidi giardini a picco sul mare. In questa occasione verrà presentato il volume “Gli Arazzi dell’Abbazia della Cervara: storia e restauro” (Allemandi editore), restauro curato e realizzato dal Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale" il cui direttore è Pinin Brambilla Barcillon, celebre restauratrice del Cenacolo vinciano, che ha curato in passato l’intera decorazione pittorica della Cervara. A picco sul mare tra Santa Margherita e Portofino, l’Abbazia della Cervara rappresenta uno scrigno ricco di storia, natura e arte: un luogo per scoprire il Bello, accostarsi all'Arte in tutte le sue manifestazioni, capire la Storia, che alla Cervara parla con il linguaggio degli arazzi, degli affreschi, dell'architettura, dei giardini. Fondata nel 1361 da un piccolo nucleo di monaci benedettini, in quasi sette secoli di storia è stata teatro di splendore e decadenza, che si sono riflessi nelle progressive trasformazioni architettoniche del complesso. Di particolare rilevanza è il giardino monumentale all’italiana, unico conservato in Liguria, che si estende su due livelli, raccordati con grazia da pergole e gradini. Nella parte inferiore le siepi di bosso sono una raffinata realizzazione di arte topiaria a coni e coni gradonati e circondano la fontana in marmo del XVII secolo. Sul lato est del giardino inferiore un grande pergolato é coperto da un glicine viola ultrasecolare di dimensioni monumentali. Durante le giornate di apertura, i visitatori saranno accompagnati attraverso un percorso tra storia, architettura, arte e botanica da guide accreditate dalla Regione Liguria. Visite guidate sabato 21 e domenica 22 aprile 2012, al mattino alle ore 10.00, 11.00 e 12.00 al pomeriggio alle ore 14.00, 15.00 e 16.00. Ingresso per persona € 10,00 Le visite guidate includono la visita all’esposizione degli arazzi con spiegazione sul restauro la visita dura 90 minuti.
Prezzo di copertina del volume “Gli Arazzi dell’Abbazia della Cervara: storia e restauro” (Allemandi Editore) € 25,00 durante i giorni della visita sconto 20% € 20,00
Info: prenotazione obbligatoria al numero verde 800.652.110 - e-mail visite@cervara.it La Cervara non è raggiungibile in auto privata. E’ possibile usufruire degli autobus pubblici che fermano ai piedi di via Cervara.
Nello Forte Grazzini, Roberta Genta; Pinin Brambilla Barcilon, Mide Osculati. “Gli Arazzi dell’Abbazia della Cervara: storia e restauro” (Allemandi editore). Presentazione di Gianenrico Mapelli e Luigi Quaranta, presidente Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale. Il volume raccoglie gli esiti del lungo e complesso lavoro di studio e restauro che ha interessato gli 8 preziosi arazzi fiamminghi conservati nell’Abbazia della Cervara. Le antiche tappezzerie fanno capo, a coppie, a quattro differenti serie: due, raffiguranti una Caccia al cervo con Diana e le sue ninfe e una Caccia coi falconi, sono state molto probabilmente tessute a Bruxelles intorno al 1600, gli altri sei, con Storie di Sansone, Storie di Teseo e Storie di Augusto, sono stati tutti fabbricati ad Anversa nelle manifatture della cerchia dei Wauters nel corso del XVII secolo. La loro introduzione alla Cervara si colloca nella più recente frazione della secolare storia dell’Abbazia, fondazione monastica benedettina trecentesca, il cui articolato complesso si affaccia sul Golfo del Tigullio, tra mare e montagna, in un tratto di costa tra Santa Margherita Ligure e Portofino tra i più suggestivi per bellezza in Italia. L’acquisto da parte dell’attuale proprietà ha segnato una svolta straordinaria non solo per il recupero delle qualità architettoniche e ambientali del luogo, ma anche per la valorizzazione degli spazi interni, dove hanno trovato posto arredi e opere d’arte appositamente acquistate e allestite. L’esigenza di arredare le sale e in particolare la Chiesa del complesso ha guidato la scelta di acquisire gli otto meravigliosi parati tessili, indubbiamente una scelta estetica e storica di grande raffinatezza, nonché una colta operazione di recupero, a cui l’intervento conservativo da poco concluso ha garantito finalmente le dovute condizioni di leggibilità e apprezzamento. Il restauro è stato effettuato dal laboratorio di manufatti tessili del Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”, coordinato da Roberta Genta sotto la supervisione di Pinin Brambilla, direttore dei Laboratori di Restauro del Centro e celebre restauratrice del Cenacolo vinciano, a cui era già stato affidato il recupero dell’intera decorazione pittorica interna ed esterna della Cervara durante i lavori condotti a partire dal 1991. Il volume si apre infatti con un’introduzione della stessa Pinin Brambilla e di Mide Osculati, responsabile del progetto architettonico complessivo, che ripercorre le lunghe e accuratissime operazioni di restauro, attuate nel massimo rispetto delle preesistenze storiche. Le vicende legate alla realizzazione e ai successivi passaggi collezionistici degli otto manufatti sono ricostruite in modo dettagliato e denso di riferimenti storico-documentari da Nello Forti Grazzini, docente universitario ed esperto di arazzi: grazie allo studio degli inventari sei-settecenteschi e al confronto con altre tappezzerie superstiti di analoga provenienza, la ricostruzione storica fa luce sui complessi passaggi di proprietà degli arazzi, quattro dei quali erano anticamente parte della collezione Durini, illustre raccolta milanese di tappezzerie formata nel XVII secolo. Il restauro ha costituito per il laboratorio di Venaria un’occasione straordinaria di approfondimento tecnico e verifica metodologica nell’ambito specifico – strategico e di eccellenza per il Centro Conservazione e Restauro – delle arti decorative. Le operazioni e le procedure impiegate, presentate nel contributo di Roberta Genta, hanno consentito non solo di garantire le necessarie condizioni per una buona conservazione degli arazzi, ma hanno anche fornito risultati insperati in termini di resa cromatica e figurativa, che si può oggi ammirare in tutto l’antico splendore. Fonte Ufficio stampa: Ellecistudio

Argomenti collegati

Related Posts with Thumbnails